Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

25/08/14

GIORNATA INTERNAZIONALE COMMEMORAZIONE TRATTA DEGLI SCHIAVI E SUA ABOLIZIONE (23 AGOSTO) - GLI "INVISIBILI"



Alla vigilia della Giornata Internazionale di Commemorazione della Tratta degli Schiavi e della sua Abolizione, Save the Children diffonde il Dossier 2014 “Piccoli schiavi invisibili - I volti della tratta e dello sfruttamento” ... continua a leggere ...

Giorni di Commemorazione, di Abolizione di una Vergogna umanitaria.

Giorni in cui il ricordo deve essere mondiale. Giorni in cui però poco se ne è parlato. Giorni in cui l'umanità dovrebbe ricordarsi di essere "umana". Giorni in cui ogni individuo (degno di tale nome) dovrebbe ricordare che ogni essere vivente ha gli stessi diritti esistenziali. Giorni in cui ognuno di noi dovrebbe riflettere su cosa può (e deve!) cambiare nel proprio comportamento quotidiani affinché non ci siano mai più prevaricazioni sui meno fortunati, affinché non ci siamo mai più soprusi sui più deboli, affinché non ci siano mai più violenze sui piccoli (o grandi) "schiavi invisibili".



Invisibili


Quante lingue parlate
Piccoli invisibili
Da quanti angoli del mondo
Dimenticati provenite.
Ultime anime indifese
Individui dimenticati,
dispersi, maltrattati.
Piccoli esseri sfruttati,
persi nelle città,
violentati!
... Esseri invisibili.

Quanti anni avete
Piccoli invisibili
Dagl'occhi lucidi e persi
e sguardi impauriti.
Non abbastanza piccoli
Per poter dimenticare
Non abbastanza grandi
Per poter sopportare
Atroci sofferenze
Opprimenti turbamenti
Sottili torture e violenze.

Quanti siete
Piccoli invisibili
E quante angherie subite
E atroci e vili sfruttamenti.
Nuovi schiavi del progresso
Schiavi moderni,
degli indifferenti.
Schiavi fanciulli, minorenni
Schiavi adolescenti
Schiavi sessuali
... Schiavi invisibili.

Piccoli invisibili!
Esseri invisibili!
Schiavi invisibili!
... Invisibili a chi ...?



Pino Palumbo
24 Agosto 2014

Fonte d'ispirazione e riflessione: Save The Children

Tra le centinaia d'immagini "crude, disumane, sicuramente di maggior... impatto" che si trovano su Google, ne è stata scelta una che possa rappresentare"speranza" rispettosamente verso chi subisce.


11 commenti:

  1. Quanti ce n'è Pino, tantissimi, troppi, sempre troppi. Sono i bambini che..... "non esistono" come quel post che ho scritto tempo fa.
    Doveroso ricordarli sempre.
    Questa poesia ha molte domande, le risposte ci sono ma le soluzioni ritardano.
    Un caro saluto Pino!

    RispondiElimina
  2. Invisibili: una profonda commozione mi assale nel ricordarli tutti, come hai tentato di fare tu...ma ricordarli tutti ("piccolo o grandi") è impresa ardua caro Pino. Nel frattempo il mondo impazzisce: si vendono armi, si tagliano teste, si assiste in poltrona ad esecuzioni di massa, si alimentano nuove guerre in nome del... dio migliore (denaro, potere, petrolio? O tutti quanti?).
    Forse come non mai nel corso della storia il valore della vita pare non avere più alcun significato.
    Che sta accadendo? Stiamo toccando il fondo o ci aspettano giorni ancora più cupi?
    Grazie.

    (P.S. E che ci fa l'anonimo qui sopra con i suoi commenti preconfezionati (male e mai in tema) semplicemente per disturbare e sponsorizzare chissà che?)


    RispondiElimina
  3. Ops! Il commento di anonimo, appena pubblicato il mio, è sparito; che bello!

    RispondiElimina
  4. Provo molto dolore per tutte le vittime della schiavitù sia morale sia fisica che ancora affligge milioni di persone nel mondo, ma è la violenza sui minori, il pianto degli "invisibili", quella che provoca una sofferenza lancinante.
    Buona serata
    enrico

    RispondiElimina
  5. Ciao Pino,
    il mio sincero apprezzamento per l'iniziativa e gli efficaci versi.
    Un cordiale saluto.

    RispondiElimina
  6. Un post molto sentito e vero...purtroppo. Complimenti Pino!

    Grazie che sei passato nel mio blog :-)

    RispondiElimina
  7. Sostengo che finché noi stessi siamo presenze fastidiose e poco sensibili alla presenza altrui, non riusciremo mai a capire il'importanza del soccorrere appunto "gli invisibili".Con questo ben venga ogni iniziativa che ci sprona a dare sempre il meglio di noi...(io forse vivo di altri tempi..)
    Ciaooo Pino e buon lavoro (le vacanze sono finite ehehhe)

    RispondiElimina
  8. Una testimonianza sensibile, é una doppia testimonianza! Complimenti Pino da questa partecipazione così emotivo in un tema così delicato per tutte le società al mondo. Grande abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Molto toccante la tua bellissima poesia...purtroppo una piaga che riusciremo mai a sconfiggere?
    Un abbraccio forte Pino caro!

    RispondiElimina
  10. Un grazie generale come apprezzamento alle vostre considerazioni e per il gradimento espresso.
    Mi fa davvero piacere leggere di alcuni di voi che da un po non leggevo...

    @ Carla...grazie per il gradimento al nuovo look e felice che ti piaccia.

    Un abbraccio a tutti.
    Ciao

    RispondiElimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.