Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

01/07/13

TU COSA FAI FERMO AL SEMAFORO ROSSO?

Al semaforo c’è chi si mette le dita nel naso o chi si trucca! chi canticchia, o canta a squarciagola, la canzone dell’autoradio o chi si mangia le unghie! (magari quelle delle stesse dita che prima…).

C'è poi chi pensa ai fatti propri o chi ... come me ... pensa a parole come queste! ... e ne scrive una poesia.

Tu invece cosa fai?



Esistenza

Fermo ad aspettare
che scatti il via al semaforo,
rifletto in quale via svoltare
come fermo ad un incrocio.

C'è troppa gente che s'affanna
e ingorga la mia strada,
lì davanti a me c'è traffico
e voglio una scorciatoia.

La mia vita a volte è affollata,
e la guida è più tortuosa,
altre pressoché silenziosa
ed invece è sicura e fluida.

"A volte non c'è il tempo
dura poco quel semaforo,
altre volte sembra spento
e l'esistenza è un'eternità."


La nostra vita è quell'attimo,
davanti a quel semaforo
... o è forse quell'eternità

... solo Dio lo sa.
 


Pino Palumbo

01 Luglio 2013



Comunicazione: come ultimamente più di qualcuno dice…”UNO VALE UNO” …perché quindi privare altri 10100 della “piacevolezza” di dialogare?! ho deciso quindi di tenere aperti i commenti!
Grazie a tutti voi che me ne avete fatto richiesta!








16 commenti:

  1. Ciao Pino, son contenta che hai riaperto le danze.)
    bel post, molto profondo, il semaforo e la guida sono ottimi paragoni con la nostra vita, c'e' sempre qualche sorpresa che ci attende,infatti, dobbiamo essere pronti e scaltri per superare man mano gli ostacoli...oppure aver pazienza, speranza, che finalmente arrivi il verde, anche per noi.
    la premessa che hai fatto e' molto divertente, e' vero, si vede un po' di tutto dallo specchietto retrovisore, volendo...
    Io personalmente aspetto al semaforo con calma, per evitare sorprese cerco di fare sempre le vecchie vie, so quel che trovo,vado sul sicuro. ciao grazie complimenti bellissima.) buona settimana, rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosa...apprezzo sempre i tuoi commenti...entri nel dettaglio e mostri interesse per quello che scriviamo...cosa che pochi fanno!

      Eh sì...come si dice?...mai lasciare la strada vecchia! sai quel....
      Ciao e buona giornata.

      Elimina
  2. Ciao Pino,
    credo che ormai tu sappia che i miei commenti sono sempre sinceri, un po' perché fortunatamente ho una certa dimestichezza con le cose dell'arte, un altro po' perché non amo elargire lodi "tanto per..."
    Stavolta devo farti i complimenti, perché i tuoi versi convincono veramente.
    Nonostante la loro forma sia più vicina alla prosa che alla poesia hanno un che di profondo e universale.
    Leggendo le prime strofe, m'è sembrato di vederti alla guida, non come Pino P. ma come prototipo di tutti gli esseri umani, alle prese col tempo, con le scelte improrogabili e col mistero della vita, un mistero insolubile, che non ci è dato svelare, che però è possibile "superare", attraverso la consapevolezza di cosa valgono gli istanti perduti.
    La nostra vita è un attimo ma, se vissuta bene, può durare un'eternità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Antonio, credo di "conoscerti" (anche se le virgolette sono d'obbligo!) un pochino ormai. Sai quanto apprezzo molto i tuoi commenti particolareggiati, mai banali, sempre riportando parallelismi reali e veri. Sempre competenti di chi l'arte "veramente" la vive...mi piacerebbe sapere...credo di non averlo mai notato...di cosa ti occupi sai?!

      Ciao e buona giornata.

      Elimina
  3. la poesia te l'ho già commentata quindi mi limito a rispondere alla tua domanda che mi chiede cosa faccio al semaforo ...bhe classico ...canto sempre ...semaforo o no .....sembra banale vero? ma vivo di musica ....e quindi non poteva essere differente ......buon inizio settimana pino ....un'abbraccio

    RispondiElimina
  4. pino mi stupisco di te ..da un'amante di vasco .......come sei.....

    se ei a quell'incrocio ricordati prendi la strada che porta fortuna ...
    non ascoltare nemmeno la gente ....

    https://www.youtube.com/watch?v=-19cWCWWuxY

    RispondiElimina
  5. Guardo dallo specchietto retrovisore chi c'è in coda dietro di me ;)
    Ma tu sei senz'altro piu' originale :)

    RispondiElimina
  6. Bella la poesia... molto insolita!!!! io al semaforo proclamo dei mantra di pensiero positivo...magari la gente che mi vede parlare da sole pensa che sto imprecando :-)

    RispondiElimina
  7. A seconda dell'umore:

    "A volte non c'è il tempo
    dura poco quel semaforo,
    altre volte sembra spento
    e l'esistenza è un'eternità."

    Versi originali sulla vita che va, o a passi lenti o a passi veloci...

    RispondiElimina
  8. Grazie a voi tutti che avete avuto voglia di passare a leggere...le mie "elucubrazioni!"

    Buona giornata a tutte e tutti.

    RispondiElimina
  9. Io , da sempre, in auto parlo da sola ad alta voce. In passato finivo con l'incrociare lo sguardo interrogativo degli altri automobilisti e per darmi un tono fingevo di cantare. Ora non c'è più questo problema: con il cellulare invasivo e imperante ovunque , ce ne son mille di "matti" che sembrano parlare da soli!
    Comunque è vero che "la vita è affollata" ...a volte è pesante ma va visto il lato positivo.
    Ciao Pino, ogni tanto ritorno....

    RispondiElimina
  10. bella,
    pino...davvero...è la metafora della nostra vita!bella la conclusione..."LA NOSTRA VITA è QUELL'ATTIMO...O E FORSE L'ETERNITA'..."leggi la mia "L'ETERNITà IN UN ATTIMO"se e quando vorrai...sempre un piacere!ciao penelope

    RispondiElimina
  11. p.s.SI INTITOLA "GRIDO"vai sul blog..ce ne sono anche di nuove...ciao ancora|pen

    RispondiElimina
  12. Il semaforo della vita... proprio così: sospesa in un attimo di tempo o nell'infinito!

    Saluti e buona serata!

    RispondiElimina
  13. Siamo tutti dei piloti Pino, in questa nostra esistenza, la vita è piena di semafori, quelli verdi stanno ad indicare le cose semplici, le discese… quelli rossi invece indicano i problemi, periodi di riflessioni… strada tutta in salita, faticosa e pesante.
    La luce rossa è soffocante e sembri duri un’eternità, ma è quella che ci aiuta a crescere, a migliorare… perchè si sa… ci mettono alla prova...
    Questo è quanto leggo nella tua riflessiva poesia Pino.
    Riguardo invece all’altra visuale, della nostra reale sosta ai semafori, io guardo le persone sedute nelle loro macchine, e mi chiedo spesso a cosa stiano pensando, com’è la loro vita… mi faccio tante domande a riguardo, come pure per le persone che passano o attraversano la strada…
    forse sono troppo curiosa, o forse è il fatto che m’immedesimo troppo… Mauro dal suo posto mi guarda mi guarda, e mi dice che non dovrei guardare in quel modo le persone, ma è più forte di me…
    Ciao Pino, un abbraccio e buonanotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Betty e dopo un "semaforo rosso" è spesso difficile scegliere per quale via proseguire...destra? sinistra? diritto?...e molto volte anche dopo la scelta fatta non si è sicuri se si è intrapresa...quella giusta!
      So di non dover aggiungere altro a te...
      Buona giornata.
      Ciao...e grazie di essere venuta a leggerla.

      Elimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.