Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

23/01/13

LA NONNA E LA BAMBINA

Anche oggi un po di Poesia! Non scritta ... vissuta!


Credo che quello a cui ho assistito ieri mattina, "calza a pennello" con la poesia del post di ieri, ecco perché voglio raccontarvelo:


Ieri mattina per un appuntamento di lavoro (quindi andavo di fretta!), stavo camminando in Via Lagrange a Torino quando una signora già avanti con gli anni stava passeggiando con una bimbetta di credo non più di 3 anni (probabilmente la sua dolce nipotina). 
Ciò che ha attirato la mia attenzione è stata proprio Lei che, a voce alta, "guidava" la bimbetta...dandole indicazioni...come un "navigatore", verso due artisti di strada che stavano "allestendo il loro palcoscenico". 

Pur camminando di gran fretta rallentai il passo e mi voltai verso di loro: vidi la bimbetta "zigzagare" nell'intento di seguire le indicazioni della nonna e aveva in mano una cartina arrotolata.




Incuriosito dalla scena decisi di fermarmi, anche se ero di corsa (come al solito), per osservare ciò che stava accadendo e con mia sorpresa sentii la signora che con dolcezza, ma con altrettanta fermezza, diceva alla nipotina: "sì li mettili dentro il cappello...dai...buttali dentro così...brava". Mi accorsi a quel punto che la "cartina" non era altro che 5 Euro arrotolati nella piccola manina!

Ora voi direte: "cosa c'entra tutto questo con la poesia!?!"

Beh mi ha commosso e mi ha fatto "sobbalzare" il cuore (come scrivo nell'ultima strofa dei miei versi!). E allora sorridente sono tornato indietro di qualche passo e dopo aver lasciato cadere nel cappello delle monete a mia volta, mi rivolsi alla Signora e le dissi, stringendole la mano: "Complimenti Signora! A quale insegnamento ho assistito stamattina! (...e che ho avuto! ...aggiungo ora). La Signora sorridendo e un po imbarazzata credo...mi ringrazia...mentre i due artisti di strada, credo anch'essi un po commossi, coprivano di complimenti e ringraziamenti la bellissima bimbetta chiusa infreddolita nel suo minuscolo cappottino.
Alla fine, ricordandola, credo che l'unica a non aver capito cosa fosse successo sia stata proprio Lei che, con la sua naturalezza e un po di diffidenza nei nostri confronti perché a lei sconosciuti, spostava il suo sguardo da un viso all'altro, accennando un sorriso solo quando incontrava quello sorridente, compiaciuto, dolce e amorevole della nonna.

Ci allontanammo in direzioni opposte, lasciando lì i due ragazzi musicisti...mi voltai ancora una volta e vidi le loro persone...la nonna e la bambina... così diverse e con andatura così disuguale ma che, tenendosi per mano, sembrava si completassero...quasi come in un'unica figura!

...E io credo di aver lasciato trasparire il sorriso sul mio viso per un po...senza rendermene conto.


Eh sì credo sia proprio così ...finché ci sarà qualcuno più "fortunato" sì, ma che questa sua fortuna la utilizza per aiutare gli altri... come la Nonna e la Bambina...con il loro altruismo, la loro naturale bontà,  farà in modo che...
I nostri cuori continuino a palpitare e sobbalzare all'emozioni e sensazioni ...nonostante si cerchi di diminuire ...i loro battiti ...e le loro palpitazioni...
insegniamolo ai nostri bimbi e ...questo continuerà ad accadere!
Pino Palumbo
                                                                                                                                                   
Immagine da: Google

35 commenti:

  1. Bel post Pino.Buon mercoledì dal Friuli!OLGA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Olga...pensa che è tutto vero!
      Ciao.

      Elimina
  2. Ciao Pino, molto bello. Le piccole cose che incontriamo per strada e che se sappiamo osservare con occhi giusti ci colorano la giornata. Volevo chiederti una cosa, io ho preparato un post sui cavallini sardi che stanno morendo a causa dell'inefficienza della regione e di tutti gli altri, ( pastori che pascolano abusivamente e nessuno interviene, bracconaggio ecc.)sono considerati da tutta l'Europa un patrimonio e noi non abbiamo saputo proteggerli, anche questo è uno dei mali dell'Italia. Se lo ritieni lo inserisco come anello nella catena...dimmi tu, capisco che ci sono problemi e malcontenti peggiori ma l'Italia va così anche perchè si accettano tutti i piccoli mali che sommati a quelli grandi....il disastro Vabbè, io poi amo tantissimo gli animali e quindi sono sensibile alla loro situazione.
    Ciao Pino, buona giornata, e come ho già detto a Carla siete due grandi persone.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio vero Antonella...
      Certo che puoi inserirlo nella catena!
      Il mio consiglio è di iniziarlo magari elencando un po di problemi "più visibili e noti" e poi iniziare il pezzo sui cavallini sardi...ad es.
      Disoccupazione giovanile...Cassa integrazione...Pressione fiscale...Costi spesa pubblica...bla bla bla ...inefficienza nella salvaguardia dei beni culturali...Incapacità nella difesa dei diritti umani e salvaguardia della dignità degli individui e infine nella salvaguardia degli animali come ad esempio lo scempio in Sardegna dei poveri cavallini sardi...
      Più o meno lo inizierei così per attirare di più l'attenzione proprio di quelle persone che non conoscono la storia delle povere bestiole (o che magari gli interessa poco) ...poi vedi tu di argomentare meglio il tutto...qui sei molto più brava di me!...e se il mio parere non lo trovi pertinente e vuoi essere più DIRETTA CON LA TUA DENUNCIA, fallo pure e aggancialo comunque alla nostra catena....E' PUR SEMPRE UNA PROTESTA!
      Ciao e grazie della tua considerazione!

      Elimina
    2. Ciao Pino, grazie. Intendevo comunque introdurlo più o meno come hai suggerito tu, perchè per tanti potrebbe sembrare stupido parlare di questo con tutti i problemi che ci sono ...un'introduzione generale è praticamente d'obbligo. Ciao, buona giornata, ti avverto quando pubblico.
      Antonella

      Elimina
  3. a volte basta poco.....

    quella scena è quasi rara oggi giorno ....ce ne fossero di nonne cosi....buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...è proprio per la loro rarità...che commuovono!
      Ciao Barbara

      Elimina
  4. Caro Pino qui noto una poesia semplice ma molto forte!!!
    La definirei poesia di vita! Bellissima!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio quello che ho pensato anch'io mentre lo scrivevo sai Tom...questa è proprio inerente al mio blog...è poesia di vita!
      Ciao e Tanti Auguri per l'anniversario di matrimonio (ti ho lasciato gli auguri sotto la poesia di Tiziano pubblicata nella vetrina di Gianna!
      Buona giornata e buoni festeggiamenti a te e tua moglie.

      Elimina
  5. Una bellissimo quadro poetico, raccontato come un fatto di cronaca.
    Se la cronaca fosse sempre così, capace di farci rallentare il passo per 'leggere' le persone e sorridere, forse non sarebbe la felicità a tutto tondo, ma le si avvicinerebbe tanto.
    Ciao, Pino, buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sbagli...non è "un quadro poetico, raccontato come un fatto di cronaca"...è un fatto di cronaca, accaduto veramente a me, e raccontato con un pò...di poesia!
      E' tutto vero!...e ti confermo che, come dici tu, ho provato un attimo di felicità...
      Ciao e grazie per essere passato.

      Elimina
  6. Quanto è bello questo post.. si, hai pienamente ragione. Grazie per aver condiviso questo prezioso insegnamento di vita con noi.. basterebbe così poco per rendere il mondo un posto migliore... Un abbraccio con tanto affetto, Pino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione Ely...questo post (come scrivo nel sottotitolo del blog) è un frammento di vita in poesia.
      Ciao e buona giornata

      Elimina
  7. Grazie per questo bel post Pino. Nel grigiore dell'indifferenza quotidiana è una pennellata di poesia che dà speranza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa il ritardo...ma volevo ringraziarti per il tuo "poetico" commento
      Ciao

      Elimina
  8. Ciao Pino, questa è la stessa scena che io e Mauro vediamo sempre quando c'è qualche sfortunato che chiede qualcosa da mettere nel suo cappello o nella scatolina che ha lì per terra...
    Lo abbiamo insegnato a Matteo, e lui è sempre pronto a dare la sua monetina in queste circostanze...
    Comunque è sempre emozionante vedere certe scene, sono i giusti valori umani che tutti dovremmo avere...
    Buona serata Pino, bellissimo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se in ritardo Betty...volevo ringraziarti per il tuo apprezzamento...e che foste dei bravi genitori tu e Mauro...non avevo dubbi!
      Ciao

      Elimina
  9. oltre che poesia ...questa è musica che rallegra il cuore!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. ciao Pino ho commentato ma non riesco a vedere nulla...ci riproverò...

    RispondiElimina
  11. che asina...non avevo visto l'approvazione...ciao

    RispondiElimina
  12. Stupenda pagina di un esempio da imitare.
    IL dare buon esempio è sinonimo sempre di intelligenza a soprattutto di amore.
    ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione Carla...intelligenza e amore
      Ciao

      Elimina
  13. io ringrazio il signore che esistono ancora gesti spontanei e puri come questo che ci aiutano a crederci ancora e a sperare...Grazie Pino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì speriamo che persone così continuino ad esistere
      Ciao e grazie.

      Elimina
  14. questo racconto di vita vissuta
    e linfa vitale per le generazioni
    future perchè che chi distribuisce
    questo amore sta scomparendo,
    ciao caro amico
    Tiziano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo hai ragione caro Tiziano...persone che scompaiono andando avanti...
      Ciao

      Elimina
  15. Mentre leggevo il fatto accadutoti mi sono commossa
    e allo stesso tempo ho sorriso al pensiero del bel gesto!!!
    Nel mondo in cui viviamo sono insegnamenti di vita da portare avanti
    che fanno crescere interiormente e ci fanno star bene!!!
    Il tuo blog mi piace e lo seguirò sicuramente!
    Buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se in ritardo, voglio ringraziarti per l'apprezzamento al post e al blog ...spero di leggere altre tue considerazioni qui da me presto...passerò a trovarti sul tuo...
      Ciao

      Elimina
  16. Questi gesti stanno scomparendo... ha ragione Tiziano. Tutti girano la testa dall'altra parte...
    Un po' d'amore in più servirebbe in questo mondo.
    Grazie. Sereno fine settimana.
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche se in ritardo volevo ringraziarti per essere passata e per le parole lasciate... Un po' d'amore in più servirebbe in questo mondo...hai ragione
      Ciao.

      Elimina
  17. È stupendo questo racconto di vita .....non capita tutti i giorni, oramai non più, di assistere a certe cose. È bello, quando si può, aiutare gli altri meno fortunati....basta anche poco, pur che sia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Paola...sono felice di averlo vissuto...
      Ciao.

      Elimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.