Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

17/01/13

ITALIA A PEZZI - 17 Gennaio 2013

ITALIA A PEZZI

POST ALL'UNISONO PER ESPRIMERE LA NOSTRA INDIGNAZIONE!


- Tra i commenti troviamo e consigliamo le modalità per i post futuri -

Questo vuol essere un post che unisce la nostra indignazione per quanto accade in Italia!
"Prendiamo l'Arte e ...mettiamola da parte!" Sì per una volta facciamolo, facciamolo davvero ... Tutto nasce dal post di Carla del 14 gennaio 2013 dal titolo:  
"Bastaaaaaaaaaaa!"
                                                                                                              
Nel post Carla Colombo pubblica una poesia dal titolo:
"Eppure...ma basta così!" 
tramite la quale denuncia tutta la sua indignazione in modo soft e poetico. I commenti e gli sfoghi arrivano immediatamente copiosi. Gianna dichiara che pubblicherà la poesia, perché "è giusto che sia divulgata..." scrive e qui parte l'idea di "creare una catena con i nostri blog dove gli anelli saranno i nostri post".
Per avere una maggiore visibilità pensiamo che sia positivo mantenere sempre lo stesso titolo, come se fosse un "GRIDO COMUNE" ma all'interno ognuno di noi ha libero sfogo per denunciare qualsiasi cosa lo fa arrabbiare, utilizzando la propria arte: pittura, poesia, fotografia, musica, citazioni, parabole, racconti, barzellette, cucina... insomma qualsiasi cosa possa essere utile ad attirare l'attenzione verso "il nostro coro!"...e se non si ha alcuna ispirazione in quel momento... può copiare qualcosa pubblicato da altri. Sì qui è permesso copiare!
Per ora mi fermerei qui, per non annoiare e lanciare in modo efficace questa iniziativa...poi ogni giorno cercherò di pubblicare qualcosa....fatelo anche voi e, ricordate di inserire ogni volta i link degli altri blog aderenti! Creiamo la catena dell'indignazione!

Ovviamente si comincia dalla poesia che ha innescato tutto ciò:

Eppure...ma basta così! 

Non sono inerte
e con la mente chiusa
come fossi guscio di noce
alla cupidigia del mondo.

Non sono indifferente
e con la bocca spalancata
come fossi maschera di gomma
all’avidità di tanti.

Non sono stupìta
e non lascio al taglio i rami
dell’albero piantato nella rotonda
all’ingresso del paese.

    Io non sono
    come tu mi vuoi!

Evaporo nel fumo
il grigio costante
di momenti grevi,

ferisco il cuore
di chi non nomino
anche a bassa voce,

resto immobile    
senza proferir parole
pensando che…?

  non posso pensare 
è tempo di agire 
  
… e  starò a guardare! 


Ora ne aggiungo una scritta da me poco tempo fa, ma che credo possa esprimere anche in questo caso l'incazzatura! (sì cominciamo ad usare termini appropriati!)

"Indignazione"

Denti stretti
a serrar le mandibole
per l'ira reprimere
che dallo stomaco
s'innalza.

Ciglia basse
a chiudere palpebre
per limitare il prodigare
di sguardi altrimenti
sgomenti...

prima che la mente elabori
la mesta realtà
ed espanda labbra
a spalancar la bocca
di denti bianchi
in urlo straziante
e silenziosamente
in cuor mio io odo
...solamente.



Pubblicato da Pino Palumbo - 05 settembre 2012
                                                                                                  
...E ORA ASPETTIAMO TANTI ALTRI...ANELLI...AGGANCIA IL TUO!

http://pinopalumbo.blogspot.it/2013/01/italia-pezzi.html
                                                                                                                                                  

31 commenti:

  1. ti rispondo con questa canzone ....

    ...tensione evolutiva ...jovanotti



    Abbiamo camminato sulle pietre incendescenti

    abbiamo risalito le cascate e le correnti

    abbiamo attraversato gli oceani e i continenti

    ci siamo abituati ai più grandi mutamenti

    siamo stai pesci e poi rettili e mammiferi

    abbiamo scoperto il fuoco e inventato i frigoriferi

    abbiamo imparato a nuotare poi a correre

    e poi a stare immobili

    eppure ho questo vuoto tra lo stomaco e la gola

    voragine incolmabile

    tensione evolutiva

    nessuno si disseta ingoiando la saliva

    ci vuole pioggia

    vento

    e sangue nelle vene

    e sangue nelle vene

    e una ragione per vivere

    per sollevare le palpebre

    e non restare a compiangermi

    e innamorarmi ogni giorno ogni ora ogni giorno ogni ora di più

    di più

    di più

    abbiamo confidenza con i demoni interiori

    sappiamo che al momento giusto poi saltano fuori

    ci sono delle macchine che sembrano un miracolo

    sappiamo come muoverci nel mondo dello spettacolo

    eppure ho questo vuoto tra lo stomaco e la gola

    voragine incolmabile

    tensione evolutiva

    nessuno si disseta ingoiando la saliva

    ci vuole pioggia

    vento

    e sangue nelle vene

    ci vuole pioggia

    vento

    e sangue nelle vene

    e sangue nelle vene

    e sangue nelle vene

    e una ragione per vivere

    per sollevare le palpebre

    e non restare a compiangermi

    e innamorarmi ogni giorno ogni ora ogni giorno ogni ora di più

    di più

    di più

    di più

    https://www.youtube.com/watch?v=ykWynKn78Zw

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara...sapevo che avresti risposto con una canzone....ma pensavo che avresti accolto l'appello di sviluppare un post anche tu!
      Ciao e grazie.

      Elimina
  2. Caro Pino seguo con ansia come andrà a finire ma vedo molto buio per tutto ciò che avviene in Italia. Io vivo all'estero da oltre mezzo secolo ma mi fa molto male vedere quello che succede.
    Un abbraccio fraterno caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tom...come non condividere la tua...ansia!
      Fai anche tu allora un post dove l'esprimi, anche con semplici parole...come hai fatto in questo commento!
      Ciao e grazie!

      Elimina
    2. Grazie caro Pino mi hai messo la pulce all'orecchio...
      Devo veramente fare un post con poche parole ma con un grande rammarico della situazione italiana!!!
      Tomaso

      Elimina
    3. Caro Pino prova guardare ora se va bene così...
      sai non sono tanto bravo...
      Ciao

      Elimina
    4. ...avevo già visto e...va benissimo!...sai non guardiamo tanto la forma! Giusto?!

      Elimina
  3. Ciao Pino,
    finalmente riesco ad accedere al tuo blog. Non so se per un problema di virus o pesantezza, ogni volta che tentavo di entrare qui, mi si bloccava tutto. Oggi per fortuna riesco! come stai, tutto bene? ho sempre letto con piacere i tuoi commenti ma sono rimasta indietro con i tuoi post per questo problema. Vedo che tu e Carla vi siete ben lanciati e questa "protesta-iniziativa" è da ammirare. Le vs parole sono forti ed arrivano dritte a noi. Speriamo che arrivino anche a destinazione!
    a presto mio caro.
    Vaty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...fai allora che non si fermino a te le nostre parole!
      Fai un post anche tu...e per come sei seguita...creerai una lunga scia di ...ADERENTI!
      Spero che tu accolga questo invito.
      Ciao e grazie.

      Elimina
  4. Ciao Pino, scusami non ho ancora letto la poesia, ma volevo dirti subito che è un'iniziativa bellissima. Dimmi se pensi che questa cosa vada bene... io avrei in programma per lunedì un post di grande indignazione, spunto di partenza una scena che ho visto al mercato...ma poi naturalmente dico quello che penso, forse è anche un post un po' forte e sicuramente non ben accetto da tutti però è quello che penso e che la maggior parte delle persone con cui parlo pensa. Se ti va posso inserirlo in questa iniziativa. Ciao, a presto e ...ottima in iziativa, ci voleva.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Antonella...come dicevo su è ora di "...esprimere ... l'incazzatura! (sì cominciamo ad usare termini appropriati!)..."
      senza paura di essere "troppo forti"!
      Mi raccomando cerchiamo solo di riportare e portare avanti sempre lo stesso titolo nei post....SOLO COSI' AVREMO PIU' VISIBILITA'...Proviamo ad immaginare per giorni e giorni centinaia di blogger che pubblicano post sempre con lo stesso titolo!...Di sicurò sarà notato no?!
      Ciao e grazie...aspetto di leggere il tuo post.

      Elimina
    2. Va bene, io il post l'ho già fatto e se va bene lo pubblico lunedì ( devo pubblicare un'intervista che è da troppo che rimando e il sabato e la domenica non mi sembrano adatti ) Allora, il titolo è : Italia a pezzi ?
      Ciao, a presto.
      Antonella

      Elimina
  5. Pino...senza parole..per ora...ma torno....grazie Pino. Per ora ho solo condivisio in facebook e su google...Fatelo anche Voi amiche ed amici...e saremo in tanti...ognuno con le proprio idee, ma certamente con i principi sani e valori saldi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI' FATELO IN TANTI...ED OGNUNO PASSI PAROLA AI SUOI AMICI LETTORI...QUANTI POTREMMO DIVENTARE!!!
      Ciao Carla...aspettiamo e vediamo cosa succede.

      Elimina
    2. anch'io ho condiviso su google,fb,twitter.Non so come fare xchè dalla piccola mano si acceda a elenco blog!

      Elimina
    3. Grazie Olga...
      Aspetta, perchè ho solo provato a fare il collegamento dietro il consiglio di Antonella, ma non sapevo se ho fatto giusto e adesso ne ho la prova che non funziona...ci dirà lei come fare!
      Ciao.

      Elimina
  6. Pino.. caro.. se dovessi contare la rabbia e l'indignazione che ho urlato tante, tante di quelle volte.. credo non basterebbe una pagina di blog. Mi dispiace che tanto vengono udite sempre e solo le voci dei potenti, dei 'prescelti'.. e sento che la mia rabbia ora fa del male solo a me. Devo guarirne, o finirò per far vincere comunque loro, che mi avranno annientata. Bellissime parole come sempre, le tue e quelle e di Carla. Sapete sempre trovare le immagini giuste per un'emozione. Siete speciali. Un abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...urlala ancora una volta la tua rabbia Ely...fai solamente un piccolo post sul tuo blog con lo stesso titolo!...così per non essere, appunto, annientata!
      Ciao e grazie...spero di leggere anche da te...

      Elimina
  7. Ciao...mi fa piacere che abbiate "risposto all'appello" e Vi ringrazio, ma il senso è, e questo per essere più incisivi, FATE UN POST RIPRENDENDO IL TITOLO E PUBBLICATE QUANTO INSERITO NEL VOSTRO COMMENTO...AGGIUNGENDO SE VOLETE QUALCHE RIFLESSIONE PERSONALE! ...e inserendo in fondo man mano i link di chi ha pubblicato prima e così via...creando così LA NOSTRA CATENA DELL'INDIGNAZIONE! Non deve essere tutto inserito qui da me nel mio post...altrimenti non daremo la visibilità che serve!
    Grazie e spero che da tanti venga accolto questo appello...ADERITE!!!
    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  8. RIASSUMIAMO ...IN PRATICA SI DOVREBBE COPIARE NEL PROPRIO BLOG :

    Link di blog già aderenti:
    http://artecarlacolombo.blogspot.it/2013/01/non-so-voi-amiche-ed-amici-miei-ma-in.html
    http://pinopalumbo.blogspot.it/2013/01/italia-pezzi.html

    ED OGNUNO AGGIUNGE IL SUO LINK DI RIFERIMENTO...PER ESEMPIO BARBARA HA DATO IL LCONTRIBUTO CON LA CANZONE, PERFETTO,,ED ALLORA INSERIRA' NELL'ELENCO IL SUO LINK...E VIA...ALLA FINE, PRIMA DELLE ELEZIONI VEDREMO E LEGGEREMO TUTTA LA NOSTRA INDIGNAZIONE ...FACENDO UN PASSA PAROLA..
    ALLA FINE DIREI...SI FARA' UN RIASSUNTO CON TUTTI I BLOG INSERITI E CHI AVRA' ADERITO POSTERA' UNA PAGINA FNALE DI TUTTI I BLOG ADERENTI...FACCIAMO SENTIRE! ED OVVIAMENTE C'E' BISOGNO DELLA COLLABORAZIONE DI TUTTI.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se è passato il messaggio che secondo me si dovrebbe effettivamente fare un post sul proprio blog...riportando sempre lo stesso titolo in modo che non ne passi inosservata la pubblicazione!
      Proviamo ad immaginare per giorni e giorni centinaia di blogger che pubblicano post sempre con lo stesso titolo!...Di sicuro sarà notato no?!
      Prendiamo ad esempio Barbara...lei dovrebbe fare un post da lei con lo stesso titolo, inserendo la canzone e sue riflessioni personali (se vuole) copiando in fondo i nostri link e aggiungendo il suo...e così via per gli altri amici...
      Secondo te è chiaro Carla?!....e soprattutto può funzionare?!
      Ciao.

      Elimina
    2. ...ah...dimenticavo...bella l'idea alla fine che tutti i partecipanti pubblichino un post con tutti i link!
      Ciao

      Elimina
    3. è CIO' CHE DICEVO...UN POST CON UN PERSONALE CONTRIBUTO (TIPO QUELLO DI BARBARA) E POI RIASSUNTO DI TUTTI I LINK...INSOMMA UN LAVORO NON INDIFFERENTE MA SECONDO ME EFFICACE.IO PREFERIREI COE TITOLO...BASTA!!!
      IL TUO MI SEMBRA DRAMMATICO..CHE DICI?
      ALLA FINE CI SARA' UNA PAGINA FINALE UGUALE PER TUTTI...DANDOCI UN APPUNTAMENTO PRIMA DELLE ELEZIONI. STUDIATI LA COSA PINO :-))))

      Elimina
    4. Come ho risposto sopra ad Antonella...
      Io direi di tenere come "testata del post" ...dal titolo fino a : "Bastaaaaaaaaaaa!" (Dipinto compreso) che ne dici?!
      Ciao.

      Elimina
  9. pino....se posso esprimere un mio parere ...è bella l'idea di fare tutti un post con lo stesso titolo e il contenuto a seconda del proprio cuore ...ma se vuoi avere più risalto...e far si che questo grido venga ascoltato..(mi sa che questo è utopistico) non basta solo lo stesso titolo ...ma bisognerebbe metterlo tutti nello stesso giorno.....immagina chi entra e va in giro per blogger ...che ne so il 6 febbraio e trova in diversi blog la stessa cosa??..allora si penso che abbia risalto ma dovrebbe essere uguaale per tutti ....stesso titolo ...stesso contenuto e in fondo si le considerazioni personali .....


    e se posso senza offendere carla ....e la sua poesia ....o cos'altro ....prova a pensare ...stesso titolo sotto un'immagine magari uguale per tutti ...anonima con la scritta basta urlato forte grande sottolineata di colore bello carico acceso.....e poi le proprie considerazioni ...come può essere la poesia di carla per carla ...la tua per il tuo ...e da me quella canzone e cosi ..via ....ma dovrebbero essere all'inizio tutto uguale ...spero di essermi spiegata ....

    non mi piacciono molto le catene ....ma non si può sempre stare in silenzio ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio quello che intendo Barbara...stesso titolo, foto...fino a bastaaaaa! Come ho scritto su ad Antonella e Carla...comincia a fare il tuo post con la tua canzone...mi piace molto tra l'altro...e vediamo come va...ok?!?
      Per quanto riguarda il sincronizzare lo stesso post nello stesso giorno...è quello che volevamo organizzare con Carla!...si accettano suggerimentiCiao. E aspetto di leggere il tuo post!

      Elimina
  10. Forse ha ragione Foreverme, in pratica la stessa cosa che avevamo ideato Audrey ed io per Timbuctù...però, te lo dico francamente, coordinare una cosa del genere è un lavoraccio che richiede ore e ore.
    Non so, ogni soluzione ha i suoi pro e i suoi contro.
    Ciao, Antonella

    RispondiElimina
  11. pino ti mando la mia anteprima ....cosi dai un'occhiata ....se vedi ...ho messo un'immaagine che è anonima ...nel senso che almeno per me lancia ancora di più il senso di dire basta ...e poi sotto certo io ho messo la canzone ma li sarebbe lo spazio personale ..da arricchire con poesie altre foto insomma con quello che uno ha nel cuore .....ma pubblicarlo tutti all'unisono sarebbe spettacolare ....rimbomberebbe davvero nel web....

    http://semplicementemestessa1.blogspot.com/b/post-preview?token=YTzVSjwBAAA.GJbt8lwGiE4GiGoCt9hhtA.5PGfLuGZ5EEp6FK2HvdBsA&postId=6952419996772409086&type=POST

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok ...apportato modifica e Tomaso che aveva già pubblicato il suo post...ha modificato immediatamente!
      Credo che inizi a funzionare..

      Elimina
  12. Grazie all'invito di Tomaso eccomi...aderisco volentierissimo!!!

    Baciotti by Pixia!!

    RispondiElimina
  13. Condivido tutta l'indignazione di Carla e tua.... Non seguo più né dibattiti né trasmissioni in cui si parla di politica: non ci riesco senza provare nausea....è sempre peggio, e mi sembra non ci sia via d'uscita. Molti oramai sono quelli che dicono di non voler neppure più votare, ma sarebbe un grave errore, anche quello...
    Prima nel mio blog parlavo anche di politica, ora non ci riesco più. Spero solo che qualcosa cambi e che sia al più presto possibile.
    Condivido il tuo post su FB .

    RispondiElimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.