Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

21/09/15

L'ABISSO DEL NULLA



L'abisso del nulla


È profondo l'abisso del nulla
Come una mente senza memoria
Come una bocca senza parole
Come occhi assenti di chi non ha luce. 

È profondo come un mare senza fondali
Come un cielo di sera senza stelle
Come un prato senza alcun fiore
Un universo senza angoli nè lati. 

È profondo l'abisso del nulla
Come una sinfonia senza note
Come una poesia senza parole
Un libro di sole pagine bianche. 

È profondo come un cuore senza alcun battito
Come un uomo senza destino
Come un corpo senza brividi e tepore
Un pensiero senza alcun sussulto o fremito.

È profondo come un'esistenza senza passioni
Come un cuore vuoto, senza amore
Una vita senza spasmi e sensazioni. 
È profondo l'abisso del nulla...
Come una mente senza emozioni. 



Pino


28 agosto 2015                                  ©Pino Palumbo                                        Immagini da: Google*

*Chi ritenga di possederne i diritti e non volesse concederne la divulgazione, me ne dia comunicazione, provvederò a rimuovere le immagini.
Se invece acconsente alla pubblicazione su Vita e Poesia, sarei lieto di ricevere i relativi link di riferimento. Grazie.

22 commenti:

  1. Di certo il nulla affascina, forse per la sua maliziosa presenza, nel mondo dell'umano,
    un nulla, che molto spesso è il tutto con i suoi vuoti e con i ssuoi pieni,
    quasi un'assoluta certezza.
    Sono un nulla quandk penso solo a me stesso, ho in me il vuoto di ogni vissuta
    pigramente e senza scopo, ma il nulla è li' proteso a lambire con la sua acqua cristallina
    tutta la mia vita. (poesieinsmalto)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il "poetico" commento e per il tuo apprezzamento Annamaria.
      Ciao.

      Elimina
  2. Concordo con quanto asserito nel brano - per altro pregnante ed efficace - e mi permetto di aggiungere che a volta il nulla richiama il vuoto assoluto che può crearsi nell'anima di chi non sa amare.
    Cordialmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido Antonio e per fortuna non è il mio caso!
      Ciao.
      A presto.

      Elimina
  3. Il nulla annienta la mente. Noi che viviamo in un mondo concreto il nulla quasi non riusciamo a concepirlo e comunque ci spaventa.
    L'hai descritto splendidamente nella tua poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è difficile pensare al nulla in una società come quella in cui viviamo e "percepirlo" in noi a volte è quasi impossibile e allo stesso tempo deleterio.
      Grazie Ambra.
      Un abbraccio.

      Elimina
  4. Nella vita credo che il nulla non esista....altrimenti potrebbe rappresentare una sensazione
    momentanea, di vuoto assoluto, in un attimo di grande disagio emotivo....
    Versi molto apprezzati, buon autunno, Pino,silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che tu abbia ragione Silvia, ma a volte a me sembra di percepirlo in quelle sfumature scritte nei miei versi...
      Ciao. Grazie.

      Elimina
  5. Semplicemente stupenda!
    In una società come la nostra, specializzata a vendere fumo, e trasportare il mondo verso il nulla, abbiamo un estremo bisogno di persone con una profonda sensibilità, capaci di farci vedere ed apprezzare il bello della vita. Grazie Pino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Piera per le belle parole che mi dedichi in ogni tua considerazione ai miei versi.
      Un abbraccio.

      Elimina
  6. Profondi pensieri che invitano a riflettere per non cadere nella banalità di una vuota quotidianità.
    Complimenti, un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo con te Cetty... io li ho scritti riflettendo e certo mi piacerebbe che aiutassero a riflettere...leggendoli.
      Grazie.
      Un abbraccio.

      Elimina
  7. Ciao Pino, per mia fortuna amo mia moglie e ne sono ricambiato. Quindi non provo quella sensazione di abisso che si esprime nella tua poesia. Inoltre non sarei mai capace di esprimere le mie sensazioni come sai fare tu. Sei forte ed aspetto il secondo libro se hai l'intenzione di farlo. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è proprio quell'amore Elio che tira fuori dall'abisso chi ci sprofonda.
      Per il secondo libro, il "materiale" c'è...vedremo.
      Grazie.
      Ciao.

      Elimina
  8. Sinceramente mi mettono un po' d'ansia questi versi. Sembra di stare in equilibrio precario sul bordo di un baratro.
    Buon fine settimana
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'equilibrio...fa parte della vita.
      "...la vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia ..."
      Grazie Enrico.
      Un abbraccio.

      Elimina
  9. Sembra scritta per me... ora mi trovo a nuotare nell'abisso del nulla e ancora non riesco a intravedere la luce filtrare nel buio che mi sta ottenebrando!
    Un abbraccio e grazie per la tua amicizia!
    Xav

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace che tu ti senta "destinatario" di questi miei versi, ma so anche il perché quindi capisco benissimo. Vedrai che piano piano si riemerge da quell'abisso e il nulla diventerà presto ancora ...non solo luce ma colori e bagliori di vitalità. So che è solo un augurio il mio...e non una previsione, ma mi piacerebbe tanto lo fosse.
      Ciao ragazzo. Grazie anche a te per la tua amicizia bella.

      Elimina
  10. Una poesia profonda come l'abisso... ci auguriamo di non sprofondare mai!!!
    Ciao Pino un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è proprio il mio stesso augurio Francesca. Che bello rileggerti.
      Un abbraccio.

      Elimina
  11. Pino, cerca di galleggiare sul pelo del'acqua e non lasciarti andare come un corpo inerte che scende verso un infinito vuoto
    ci sono tanti modi per non cadere nel abisso... l'amicizia per esempio... silenziosa ma preziosa che compare al improvviso porgendoti quella mano che ti tiene a galla
    Ti auguro Pino che la serenità possa entrare nella tua vita
    In questo freddo autunno con l'inizio di novembre i nostri pensieri vanno verso il Cielo, ma i ricordi sono nel cuore Un abbraccio Valeria
    ps. questi versi sono stupendi grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace leggere commenti a poesie che non sono le ultime in ordine cronologico, vuol dire che si viene a "curiosare" per il piacere di farlo e non perché attratti dall'ultima pubblicazione.
      E poi mii piacciono molto i tuoi commenti sempre "premurosi" Valeria, come è tua natura.
      Conduco una vita abbastanza serena in realtà e a volte "mi ci calo" in certi versi per renderli più realistici, come se fossero vissuti in "prima persona"...ma come scrivo nel mio profilo "Vita e Poesia NON è un blog autobiografico al 100%. Molto di quello che vi leggete è però dentro di me, un po' di me è invece in quello che vi leggete.
      Un caro abbraccio e a presto.

      Elimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.