Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

22/07/15

IL MIO CIELO




Il Mio Cielo


Mi sveglio e il mio cielo
è come un cielo d'inverno
appena greve...
da un po' di tristezza.
Il pensiero rivolgo a te
ed è come cielo d'estate
terso e appena velato.
Nuvole bianche
che dopo alcune immagini,
pochi pensieri di te,
vengono spazzate via
dalla tua esistenza.

Mi sveglio e il mio cielo
vorrei fosse sempre 
di limpido cobalto.


Pino Palumbo
22 luglio 2015




22 luglio 2015                                  ©Pino Palumbo                                   Foto di: ©Pino

.

11 commenti:

  1. Bellissime le tue parole Pino, come sempre. Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale. Che bello rileggerti!
      Come stai?

      Elimina
    2. Il gran caldo non aiuta Pino, e con te? a presto.

      Elimina
  2. Quanta profondità d'amore, in questi versi.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristiana.
      Un saluto e un abbraccio.

      Elimina
  3. anche io vorrei svegliarmi con un cielo azzurro cobalto... ma poi la vita sarebbe sempre la stessa priva di emozioni
    allora compaiono quelle nubi, a volte bianche, altre grigie ...
    ma la cosa bella caro Pino che noi contempliamo le nubi ancora da quaggiù ... il nostro sguardo è rivolto lassù ... poi un giorno guarderemo noi attraverso quelle nubi il mondo da lassù

    queste sono le emozioni che mi hai trasmesso... come te vorrei sempre un cielo azzurro cobalto

    buona serata un abbraccio Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria grazie per la tua considerazione e gradimento.
      Sono d'accordo con te, ma il desiderio di vedere subito il "cielo pulito" già appena sveglio è forte.

      Ma sai che quel finale che scrivi ce l'ho in un'altra... Questa:

      http://pinopalumbo.blogspot.it/2014/04/sulla-riva-dellirreale.html?m=1

      Un abbraccio e ben ritrovata.

      Elimina
  4. Quel cielo rispecchia il nostro sentire, quello che abbiamo dentro.. e come il mare è blu perché riflette il cielo, noi possiamo essere di immenso cielo, solo a rifletterlo dentro di noi.. grazie per le sempre belle parole, che invitano alla quiete, e a prenderci per mano..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e io vorrei invece che il cielo si rispecchiasse in noi e ci "colorasse" proprio come colora il mare.

      Grazie Franco.
      Gradisco sempre molto i tuoi poetici gradimenti.

      Elimina
  5. Sempre belle le tue poesie Pino!
    Sarebbe bello che la vita, come il cielo, fosse sempre blu cobalto e senza nuvole ma ...
    Un abbraccione Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Maria, ma le persone che ci stanno intorno contribuiscono affinché lo sia. E semplicisticamente con questi versi esprimo la sensazione che pensando ad una persona cui vuoi bene... ad un certo punto della giornata colora il tuo cielo.
      Grazie. Un abbraccio.

      Elimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.