Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

06/01/15

PECCATO! SARA' PER IL PROSSIMO NATALE




Ovunque non c'è amore


Ti cercherei
negli occhi di un bimbo che soffre
e nel pianto di una mamma
per la di lui sofferenza.
Nei pensieri di un padre
per la propria dignità persa
e nei sogni dei popoli
che della guerra 
ne subiscono l'arroganza.

Ti cercherei
tra le ragazze che scambiano amore
e tra le donne che per violenza
vivono il terrore.
Nella pugnalata d'un amico al cuore
e nel tradimento d'un amore
che della vita han perso
ogni rispetto e senso
e dove l'odio fa rumore.

Ti cercherei
nella follia d'una madre assassina!

Ti cercherei
tra tutta quella gente
che dorme tra i cartoni
e tra tutti quelli che per vivere
rovistano nei bidoni.
Dove sembra un miraggio ormai la pace,
sotto ogni minaccia
e tra quelle genti in cui di te
non vi è traccia.

           Ti cercherei ovunque non c'è amore.
           Ma non son sicuro che ci sarai...
           E sarebbe l'abisso profondo della tristezza!
           E sarebbe la desertificazione dell'anima
           ....E del cuore l'amarezza.

Ti cercherò
e lo farò la Notte di Natale!
La notte in cui sei nato...
seguirò la tua stella
e scrutando il cielo stellato,
ti cercherò mirando la stella cometa.

           E se troverò...
           I pensieri alla vita grati di un padre,
           gli occhi di un bimbo
           che sorride a una mamma
           che a lui sussurra una ninnananna...
           Se troverò...
           I sogni di libertà dei popoli,
           genti sedute a una tavola rotonda
           e altre che dormono tra lenzuola di lavanda...
           Se troverò...
           Ragazze che amano
           in cambio d'amore solamente
           e una mano robusta che il viso d'una donna
           sfiora e accarezza gentilmente...
           Se troverò...
           il silenzio e non dell'odio il boato,
           la follia da quella mamma svanita
           e un amico del suo pugnale disarmato...

Solo allora sarò certo di riaverti nel cuore
e d'incanto sarebbe accadesse...
la notte di Natale, nel suo calore.



Pino Palumbo
29 novembre 2014



.

11 commenti:

  1. Versi molto espressivi, e intensi, nel loro profondo significato, che dimostrano la tua grande sensibilità d'animo, Pino...
    Trascorri un sereno giorno d'Epifania, cari saluti,silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia.
      Un caro saluto e buon 2015

      Elimina
  2. Cominciamo a fare Natale tutti i giorni Pino, cosi si sconfigge la disperazione e si alimenta la speranza... peccato per quel titolo che rimanda a una data lontana.. il miracolo è nel costruirlo giorno dopo giorno, senza scadenzarlo a date magiche. Facciamola noi una piccola magia: notte di Natale per sempre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per essere intervenuto Franco...mi accorgo che la risposta alla tua considerazione è "spalmata" tra tutte le risposte già date agli altri interventi...aggiungo che condivido pienamente quanto hai espresso.
      Buon 2015
      Ciao

      Elimina
  3. Penso che siano tanti pensieri raggruppati...secondo me Pino da queste tue riflessioni possono scaturire minime cinque poesie...Tutte riflessioni molto valide ed ogni lettore...io per esempio, ne trae la parte che più sente e che percepisce come propria. Io ne ho trovata più di una.
    Buon Anno....alla grande! ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido Carla la tua considerazione ed è bello che ognuno possa trarre gli spunti che più preferisce. I pensieri sono tanti, hai ragione, ma con un unico obiettivo e denominatore comune...speranza...

      Un abbraccio

      Elimina
  4. Caro Pino, è troppo poco un giorno all'anno di buoni propositi, sarebbe bello he ogni giorno fosse Natale. Ciao e buona festa dell'Epifania car Amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tom...facciamo che sia natale ogni giorno...allora..
      buon 2015

      Elimina
  5. Molto poetica la tua ricerca così come il desiderio che alfine si chiudesse nella notte di Natale. Ti auguro che avvenga "Per il prossimo Natale" se questo non ti ha portato quella gioia che aspettavi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha portato molta gioia Ambra...trascorso con la mia famiglia!
      Il titolo si riferisce, ironicamente, alla strofa finale dei versi... purtroppo quello che ci si aspetta che succeda all'umanità sarà difficile avvenga...ed ecco che spero "nei prossimi natali"...non si sa mai!

      Un augurio di buon tutto Ambra...con affetto...e sono contento di rileggere sempre e puntualmente i tuoi pensieri qui da me.

      Ciao

      Elimina
  6. Grazie a tutti per le vostre considerazioni.
    Un abbraccio e un augurio per un sereno 2015 in amore e salute.

    RispondiElimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.