Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

05/03/14

SIAMO TUTTI DEI FALLITI...

CIAO


Nella vita si può essere aquile o passerotti, colombe o falchi, ma lo scrittore, filosofo e moralista Nicolàs Gòmez Dàvila dice, che: "Ogni vita è un esperimento fallito".

Paulo Coelho, scrittore e poeta brasiliano invece asserisce, meno violentemente, che: "La paura di fallire è l'unica cosa che rende impossibile un sogno". 

Trovo più condivisibile però Romain Gary, scrittore francese, nella sua riflessione:
"Siamo tutti dei falliti ... rispetto ai nostri sogni".


P.S. ognuno è libero di aggiungere dei punti interrogativi ad ogni citazione....e, se ne ha voglia, darne anche le risposte.


E' con quest'ultima riflessione, che faccio mia, e con questi miei versi, che vi auguro buon proseguimento .... 
Prima o poi sarò ancora qui... Ciao.


Sete

Ho sete
come in un giorno
d'afa di mezz'agosto.
Ho sete
nel deserto del silenzio
di musica e di vita.
Ho sete
di forti emozioni. 

     Ho sete
     di un cielo azzurro
     dove un raggio di sole
     squarcia le nuvole
     e diventa freccia
     per l'arcobaleno
     dopo un temporale. 

Ho sete
d'acqua pura e cristallina
di sorgente di montagna.
Ho sete
di sorrisi e risa
di allegria per compagna.
Ho sete
di dolce amore. 

     Ho sete
     di un cielo stellato
     dove un riverbero
     della più luminosa stella
     diventa freccia
     per l'arco di mezzaluna
     disegnato nel cielo nero. 

Ho sete
d'amicizia 
che sopprima il dolore. 
Ho sete
di sole caldo
che mi scaldi il cuore.
Ho sete
di pioggia e vento
che spazzi i cattivi pensieri.

Ho sete!
...e dissetarmi vorrei...


Pino Palumbo
11 Settembre 2013
 Post programmato il: 4 Marzo 2014 

                                                                  Immagine da: Google



.

32 commenti:

  1. Versi che mi piacciono proprio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono contento Gianna!
      Bentornata.

      Elimina
  2. Questa volta sono d'accordo con te. Condivido il pensiero di Romain Gary e lo sento mio. Mi piace molto il ritmo un po' affannoso della tua poesia, come una corsa alla ricerca di un momento che appaghi il tuo bisogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ambra. E' un piacere riscontrare il tuo gradimento.

      Elimina
  3. Personalmente non condivido nessuna delle tre affermazioni. Troppo pessimistiche e riduttive. Sono convinto che ciascuno di noi abbia fatto nella vita qualche cosa di cui essere fiero o sia riuscito a realizzare almeno qualcuno dei suoi sogni, altrimenti la sua esistenza sarebbe veramente un fallimento.
    Complimenti per la poesia e spero tu possa “dissetarti”
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono convinto anch'io Zio... ma il senso è che pochi sono i sogni che riusciamo a raggiungere e quindi...ecco perché sono d'accordo...ma ciò non vuole essere negativo!
      E' solamente una...prospettiva da cui si vede la cosa...

      Ciao e grazie.

      Elimina
  4. Caro Pini, la hai trovata giusta questa poesia,veramente adatta hai nostri tempi, si corre in fretta ma alla fine il risultato è il fallimento morale e che si deve per forza accettare.
    Buona giornata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace che la vedi così Tom...io credo che NON deve essere un fallimento morale...anche se i nostri tempi non ci danno scampo! Ma so che amche tu sei soddisfatto per quanto leggo di te!

      Ciao e grazie per l'assiduità.

      Elimina
  5. non sono d'accordo sull'ultima tua frase ....si è vero non tutti i sogni si avverano ...a volte quando non succede ti sembra che le tue gambe non reggano più e ti lasci cadere ...ma poi dopo ci si deve rialzare perchè altri sogni si possano realizzare .....

    rispetterò il tuo silenzio ....e il mio sarà solo in rispetto al tuo e a questa tua poesia soprattutto a quelle precedenti ......ma voglio lasciarti una delle canzoni che ultimamente sto ascoltando pur non avendo ascoltato san remo ...perchè tu sai come la penso con la musica ...mi ha dato sempre quell'energia che e quel sorriso che a volte la vita ti fa spegnere .....e questa mi è forza ora ....e spero che ascoltandola possa darti la forza che sta dando a me ....un'abbraccio pino.....


    Non c’è più pericolo
    Ora che
    Siamo qui
    Anche questo ostacolo
    Ora ha senso
    È
    Così
    Sento che
    Oramai
    Siamo vivi
    A un passo da noi
    Senza più
    Strategie
    Siamo qui
    A un passo da noi
    Bagnati dal soleeeeeee
    Bagnati da soleeeeeeee
    Bagnati dal soleeeeeee
    Ho vissuto in bilico
    Mi è servito
    È così
    Ma non è stato facile
    Stare in piedi
    Stare qui
    Sento che
    Oramai
    Siamo vivi
    A un passo da noi
    Senza più
    Strategie
    Siamo qui
    A un passo da noi
    Bagnati dal soleeeeeee
    Bagnati dal soleeeeeeee
    Sento che
    Oramai
    Siamo vivi
    A un passo da noi
    Bagnati dal soleeeeeee
    Bagnati da soleeeeeeee
    Bagnati dal soleeeeeee
    Bagnati dal soleeeeeee



    https://www.youtube.com/watch?v=-ZuQEZ4B4oo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è vero che qualche sogno si avvera, ci mancherebbe non fosse così, ma questo non toglie il fatto che essendo una piccola parte o comunque non la maggior parte...si fallisce in questo senso!

      Noemi ne ha cantate di meglio (poche...ma di più belle) non mi piace proprio questa canzone, ma grazie per l'intento per cui l'hai lasciata...il testo è positivo.

      Ciao e grazie.

      Elimina
  6. ciao Pino, delle tre citazioni condivido quella che dice che tante volte abbiamo paura del fallimento nel realizzare i nostri sogni, non ci sentiamo all'altezza, quindi rimangono sogni nel cassetto, bisognerebbe riuscire ad osare sempre, come diceva qualcun altro, le altre due mi sembrano un po' drastiche, alcuni riescono a realizzare i loro sogni, anche grandi, altri magari ne realizzano altri meno vistosi, ma secondo me le vite non sono fallimenti a priori, mi sembra una visione un po' pessimistica,
    bella la tua poesia, una sete di serenita' che vorremmo tutti, non sempre si riesce a placarla tutta in una volta, penso, ci siano momenti piu' propizi o meno, ma ci sara' sempre qualcosa a cui attingere, ciao grazie buon pomeriggio a presto rosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno per me cara Rosa le vite sono dei fallimenti a priori! Figurati! Ci sono però dei momenti nella vita in cui ti chiedi quanto si possa essere soddisfatti! No?!...

      Grazie per il gradimento alla poesia.
      Ciao e buona serata.

      Elimina
    2. ciao Pino, si ci sono momenti della vita in cui ci si pongono queste domande, ma poi ognuno ha la propria realta' quotidiana da portare avanti , dipende un po' cosa uno vuole dalla vita, si sceglie, o accontentarsi di quello che si ha di sicuro o buttarsi in altre cose che ci diano piu' soddisfazione, migliorarsi e' nella natura umana, riuscire a realizzare qualcosa che ci sta a cuore ci fara' sentire sicuramente meglio, orgogliosi di noi stessi, almeno tentare, per non avere rimpianti, ciao grazie buona giornata.) rosa

      Elimina
  7. Alla frase “Ogni vita è un esperimento fallito” posso ribattere che nessun esperimento può ritenersi fallito al 100%, perchè può essere servito a scoprire qualcosa in più sia in positivo che negativo.
    La vita non potrà MAI essere un fallimento, in quanto è VITA e ogni vita a mio parere è già un MIRACOLO!

    “La paura di fallire è l'unica cosa che rende impossibile un sogno”
    Chi ha paura non rischia, non riesce ad affrontare e gustare appieno la vita…
    La paura di osare crea rimpianti, quindi è sempre meglio buttarsi, anche se sbagliamo, perchè è proprio da questi che si cresce e si diventa più forti.
    Quindi direi che sono due vie parallele… “osare-sbagliare-forza oppure “paura-rinuncia-rimpianto”
    Sta a noi decidere quale preferiamo e se abbiamo voglia di dare una svolta alla nostra vita

    “Siamo tutti dei falliti …rispetto ai nostri sogni”
    “E DEI VINCITORI” aggiungo io… perchè finchè i sogni si realizzano sono sempre VITTORIE aggiunte, io la guarderei più da questa prospettiva ottimistica…
    Chi si ferma alla frase originale è solo perchè ha una visione pessimistica… delusione… perdita di speranza…

    Avevo già apprezzato questa tua poesia Pino, anche se ho notato che hai invertito i versi dell’ultimo pezzo… comunque il significato non cambia…
    Tutti noi abbiamo bisogno di queste cose, ma quando il nostro cuore è triste vede tutto negativo… quando la vita ci mette in ginocchio ci sentiamo persi… e allora queste cose diventano indispensabili, e ne sentiamo fortemente il bisogno, come acqua dissetante per noi, come fossimo in un arido deserto in un’oasi di pace e di ristoro…

    In ultimo per rispondere al titolo del tuo post, ti rispondo NO, io non mi sento una fallita, solo chi NON VIVE veramente può ritenersi un fallito, chi vegeta invece di creare, chi si arrende invece di lottare… E’ UN FALLITO!

    Ottime riflessioni Pino, grazie!
    Un abbraccio grande! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui ci sarebbe altrettanto da scrivere in risposta alle tue considerazioni Betty! Sostanzialmente mi trovo concorde con te su molti punti, ma sai che mi piace provocare...il titolo stesso l'ho cambiato subito dopo la pubblicazione, proprio per provocare curiosità...in effetti letto da solo sembra essere devastante, ma dopo i tre puntini c'è quel "rispetto ai nostri sogni" che mitiga parecchio la definizione della parte prima....no?!... Poi hai voluto aggiungere anche una risposta al titolo...ma non era richiesta...ahahah...e se con quella volevi, tra le righe, DARMI DEL FALLITO...beh! Non credo...ahaha...perché sai che io VIVO, NON VEGETO, MA CREO (CERCO!) E LOTTO...OGNI GIORNO!
      Beh!...a parte in questi ultimi periodi...
      In ultimo ti rispondo CERTO CHE LO SO CHE TU NON TI SENTI UNA FALLITA! ...in effetti sei tutt'altro...

      Anche le tue riflessioni sono ottime, come sempre Betty.
      Ciao e grazie.

      P.S. mi sono permesso di ironizzare Betty con questa risposta...lo sai!...

      Elimina
    2. ...dimenticavo...non ti sfugge nulla...che memoria! Ti ricordavi addirittura che l'ultima strofa è a parti invertite!...non me lo ricordavo nemmeno io...evidentemente avevo fatto la modifica immediatamente...
      Ciao.

      Elimina
    3. Lo so che non era prevista una risposta al titolo Pino... ma visto che tu provochi noi… io provoco te (¬‿¬)
      Per le modifiche che hai fatto alla poesia, non so come ho fatto ad accorgermene, ogni tanto ho dei sprazzi di lucidità ahahahahha… ma solo ogni tanto (¬‿¬)

      Elimina
  8. Versi che rispecchiano la realtà.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici?!...lo credo anch'io.

      Grazie e bentornato.

      Elimina
  9. Non per pigrizia...
    ... ma davvero MI PROSTRO dinanzi al commento
    di Betty e lo approvo integralmente,
    non m'è necessario aggiungere altro.

    Grazie anche da parte mia, riflessioni importantissime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non per pigrizia, ma allora leggi anche la risposta che ho dato a Betty...
      non è necessario aggiungere altro nemmeno da parte mia allora...

      ...ahahah...se non sottolineare il
      P.S. mi sono permesso di ironizzare Maddy con questa risposta...lo sai!...

      Seriamente...Grazie Maddy.
      A presto.

      Elimina
  10. Ciao Pino, La tua poesia, oserei dire che ha qualcosa di struggente, come di perso e poi forse conquistato. La sete è ciò che rende i versi come se fossero arsi appunto dalla sete e la sete o la si placa o ci si disidrata (parola non poetica ma che rende l'idea). Infatti al finale della poesia tu stesso dici che ....
    "Ho sete!
    ...e dissetarmi vorrei..."
    per quel che riguarda i fallimenti della vita e le frasi citate, personalmente ho sempre pensato e continuo a pensarlo che i fallimenti sono tali solo visti da un certo punto di vista.
    Alcuni fallimenti possono essere visti come tappe necessarie per ottenere infine buoni risultati. Il senso di frustrazione che porta a sentirci falliti è ciò che distrugge un essere umano, ma possiamo riprenderci se con decisione facciamo i passi necessari e andiamo avanti.
    Dovremmo sforzarci di essere mentalmente umili così che avremo un concetto realistico di noi stessi, dei nostri pregi e difetti, dei nostri successi e dei nostri fallimenti.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla per il gradimento ai miei versi...
      Il resto è una introduzione se vogliamo e una riflessione a certi momenti che ognuno di noi può attraversare.
      Hai ragione nel dire che i fallimenti devono essere visti come punto di partenza per raggiungere certi risultati...ecco che allora non sono più fallimenti ...no?!
      E credo anch'io che l'umiltà nelle nostre autovalutazioni soprattutto, sia necessaria per esplorare realisticamente la nostra personalità e la nostra vita.

      Grazie.
      Un saluto.

      Elimina
  11. Ciao Pino,
    d’accordo con Enrico, senza parlare poi di Betty che batte in tre set i nostri “eroi”.
    Francamente però non colgo il senso di chiamarci ad esprimerci su questi “aforismi” estrapolati da un contesto di vite complesse e travagliate.
    Ma se vogliamo proprio analizzarle mi viene da dire, con tutto il rispetto per i nostri illustri personaggi, che tali affermazioni forse sono il frutto delle loro debolezze.

    Nicolàs Gòmez Dàvila : "Ogni vita è un esperimento fallito".
    come ha potuto dire ciò uno che vedeva il proprio lavoro come sostenitore della "verità che non morirà mai" e che con il suo pensiero “aristocratico” poneva alla guida della società soltanto i migliori per capacità e meriti? (allora è fallito il SUO esperimento di vita?)

    Paulo Coelho: "La paura di fallire è l'unica cosa che rende impossibile un sogno".
    Forse le sue paure nascevano dai contrasti con la madre che lo fece ricoverare in manicomio?

    Romain Gary: "Siamo tutti dei falliti ... rispetto ai nostri sogni".
    Mi rifiuto di prendere sul serio questa affermazione di un signore che, non accettando di invecchiare, si suicidò sparandosi in bocca.

    Comunque Pino, tutto serve per alimentare la nostra curiosità, grazie.
    Ti auguro di trovare tante fonti per appagare la tua bella, grande sete ardente...

    Ciao, dammi il cinque!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene Vittorino...allora dico anche a te di andarti a leggere le risposte che ho lasciato a Betty e, aggiungo...Enrico!...ahahah...così evito di scriverle ancora...Sai che scherzo quindi ti dico subito che mi fa molto piacere rivederti qui da me....sai che dico il vero!

      Per quanto riguarda le riflessioni che ho proposto, non volevano essere un "compito in classe" da svolgere...ahaha...ma mi sono servite per "arricchire" il concetto che volevo esprimere e le mie riflessioni al riguardo...per poi arrivare a "giustificare" il perché dei miei versi. E poi credo che nessuno, come diceva su Tom, sia immune dalla frustrazione di essersi sentito "fallito" in un qual senso e in certe occasioni, la vita che conduciamo ci chiede sempre ogni giorno delle prove, delle verifiche! E spesso non ci sentiamo all'altezza!

      Ciao Vittorino.
      Grazie per le tue solite "NON BANALI" e mai scontate considerazioni e riflessioni.

      Elimina
    2. ...dimenticavo...apri la mano...che arriva il cinque!
      Ciao.

      Elimina
    3. Grazie Vittorino... ma secondo te posso battere degli "eroi"?
      Sono troppo piccola, manco mi vedono! (¬‿¬)

      Elimina
    4. Ma certamente Betty e come!
      Secondo le note (non certo irriverenti) che ho “appioppato” ai nostri “eroi”, TU hai al tuo attivo un “esperimento di vita” riuscito, ché, quelli, con tutto il loro filosofeggiare, manco si sognavano...
      Beh, se non ti basta...Davide e Golia dove li mettiamo?
      E così gliele abbiamo...cantate e suonate.
      Ritrai i tuoi artigli tigrotta e dammi la zampa.
      Ma dove sei? Sei così piccola che non ti vedo...ahaahahahah!
      Un abbraccio.

      Elimina
    5. Ma non lo vedi che mi stai schiacciando Vittorino??
      Alza questa zampona dai! Ahahahaha!!
      Un abbraccio a te e a Pino (¬‿¬)

      Elimina
  12. Bene! Ho risposto a tutti i vostri interventi, pur avendo avvisato all'interno del post che "...con questi miei versi, vi auguro buon proseguimento .... Prima o poi sarò ancora qui... Ciao."
    Penso infatti che in pochi l'abbiate notata questa frase, quindi ve ne do conferma qui...e forse è meglio comunicarlo in alto alla pagina!

    Grazie a tutti e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, forse se lo scrivi in grassetto lo leggeremo meglio... Sto ironizzando anch'io eh... ahahaha!!
      Buona serata, byebye (¬‿¬)

      Elimina
    2. Beh!...adesso scritto così in grande...grassetto e in capo all'home page...LO VEDI?
      ...ahaha...Ciao...Buona giornata Betty (¬‿¬) ...l'ho copiato su da te, non riesco a far tanto...
      Un abbraccio.

      Elimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.