Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

26/01/14

A ME




A me...



A te
Che vivi di emozioni,
Sentimenti e illusioni.

A te
Che basta un battito di ciglia
Un lieve sospiro o bisbiglio.
Un'aurora sul mare
O un tramontar del sole.
Una dolce musica
E lo sbocciar d'un fiore.

A te
Che affoghi in uno sguardo
Ti emozioni per un sogno.
Ti commuovi per una lacrima
E vaghi nel tuo mondo.
Che scrivi in poesia
E ricerchi l'armonia.

A te
Che ti uccidi di nostalgia
Ti ubriachi di malinconia.
Ti entusiasmi come un bimbo
Ti commuovi ad un suo pianto.
Galleggi tra realtà e limbo
E vivi nel rimpianto.

A me
Che vivo di emozioni
Sentimenti e illusioni.
Che scrivo in poesia
E ricerco l'armonia.
Che vago in un sorriso
E volo nella fantasia.

A me
Che sorvolo l'irreale
...e sfioro la follia...



Pino Palumbo
22 Gennaio 2014


5 commenti:

  1. Hai descritto sensazioni ed emozioni che solo un cuore delicato e sensibile può percepire…
    Un cuore che sa emozionarsi, che sa andare oltre… e rischia, a suo discapito, ma si rimette sempre in carreggiata… sempre a disposizione… nonostante tutto…
    Il rimpianto però è sempre meglio non portarselo appresso… osiamo… perchè solo così possiamo dargli uno spintone e fare in modo che non c’insegua.

    RispondiElimina
  2. Ottima e attenta lettura Betty!
    E grazie per gli elogi che mi rivolgi tra le righe.

    Un abbraccio.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Sai Pino, io sono da sempre convinta che un pizzico di follia nella vita sia più che necessario... sa INDISPENSABILE.
    Ma il confine tra quel pizzico e il tuffo in essa, è sottile e insidioso...
    ... teniamoci x mano e "guadiamo" insieme quel fiume per uscirne infine sempre vincitori, perchè ti confesso che anch'io a volte mi sento come te.
    A proposito...
    ... per un buon 90/95% sembri aver descritto me, in questa tua poesia...
    ... l'unica differenza è ... che il poeta sei tu ^-^

    * Un abbraccio *

    RispondiElimina
  4. Scrivo sempre per tutti, per ogni cosa...e con questa ho voluto farmi un "autoritratto" come sempre fanno i pittori, ma difficilmente lo fanno i poeti.
    Anche quando scrivo in seconda persona in realtà parlo di me...Quindi questa poesia è solo ed esclusivamente scritta per me.

    RispondiElimina
  5. E' toccante.
    Come ti scrissi,
    "Per ampi tratti arrivo a percepirti... come una sorta di alter ego. Quando leggo le tue poesie, quasi mi sconvolge quanto sembri vedere il mondo e la vita attraverso i miei stessi occhi..."
    ... a quel "vedere", oggi aggiungo "sentire".

    RispondiElimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.