Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

25/11/13

UN OMAGGIO A TUTTE LE DONNE

Io credo che per sollecitare riflessioni "contro" si possa parlare anche solo "pro".

Per condannare la violenza alle Donne, non voglio quindi scrivere della violenza stessa, ma scrivere di amore, tenerezza, dolcezza, delicatezza, bontà! Termini questi che sono propri, generalmente almeno, della Donna...che sia essa Mamma, Moglie, Fidanzata, Sorella....
Questa è una poesia scritta solo pochi giorni fa e nel preparare un post di pubblicazione, credo che possa rappresentare quale dovrebbe essere il sentimento che un uomo dovrebbe avere nei confronti della propria Mamma, Moglie, Fidanzata, Sorella...

***   ***   ***


E penso a te...
(prologo d'Amore)

Un piccolo fiocco di neve
che cade volteggiando leggero
e sulla mia guancia si posa
prima di scivolare all'angolo delle labbra
della mia bocca appena dischiusa.


Una vulnerabile piccola margherita
di colorata delicatezza e purezza
così piccina e quasi invisibile!
Immagine di dolcezza e tenerezza
a me limpidamente visibile!
Tra il cemento ricerca la luce,
invoca l'ossigeno e il calore
necessari per la vita dell'anima
e uno sguardo a lei, seppur fuggevole,
non è una ridicola perdita di tempo!
Freneticamente la vita le corre intorno
e a voi pedoni urlo: "Attenti!"
Che il vostro convulso camminare...
non s'accorga della sua piccola presenza,
e la possa così crudelmente calpestare!


Un sipario voluttuario a volte,
uno scrigno d'intimi tesori...
che quando si aprono svelano
magnifiche evoluzioni spettacolari
che fin'a quel momento invece celano.


Un ombrello in una giornata di pioggia a dirotto,
la luce per la foglia affinché sia verde;
un dolce bisbiglio di tentazione,
un sussurro delicato di provocazione...
insieme sfioramento dell'anima e del pensiero.


Un tramonto che prelude a sogni viziosi,
un'alba che sorge con l'aprirsi dei suoi occhi
... è senz'altro spettacolarità!
e  la sua pelle vellutata al profumo di viola
... mi concede d'ossigenarmi della sua sensualità.


Mia perla, mia goccia di rugiada, mia dolcezza, 
mio dolce pensiero afrodisiaco,
mia musa sensuale, mia tenera carezza!
Mio 
tesoro, mio piccolo fiocco di neve,
mia margheritapiccola e vulnerabile,
mio tramonto d'emozioni, mia palpitazione
...che ogni secondo mi fai trepidare il cuore...


...mio aroma di sensualità e delicatezza...
...ed è prologo d'Amore!(?)



Pino Palumbo
22 Novembre 2013
                                                                                                                                                       

26 commenti:

  1. Ciao Pino, sono anch'io contro ogni violenza alle donne, anche perché io ritengo un atto vigliacco prenderserla con qualcuno più debole o sottommesso. Il 25 Aprile, ogni Veneziano, che si possa rispettare, regala alla propria donna (moglie, fidanzata, madre) un "bocolo" (bocciolo) di rosa per esprimerle il proprio amore. Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Romantica iniziativa Elio...da imitare!
      Ciao e grazie.

      Elimina
  2. Grazie, Pino!

    Chi ama davvero, rispetta la donna e non la violenta...

    Versi dolci e delicati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non erano proprio stati scritti per l'occasione...e per questo penso che siano ancora più appropriati.

      Grazie a te Gianna

      Elimina
  3. Caro Pino, bel post, poesia inclusa, noi uomini dobbiamo ringraziare le nostre mamma, sorelle. e moglie!!! la donna ci ha dato la vita rispettiamola sempre.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. quel continuo ripetere mia ...mi stona un pò.....almeno in questa giornata....la donna non è una proprietà...ma un'essere umano libero che va amato e rispettato per quel che è....e a volte è proprio da quel mia che parte la violenza......

    dolce notte pino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma spero che tu stia scherzando o meglio ancora che tu non abbia capito bene TUTTO il post, a cominciare dall'apertura! Ti consiglio di rileggerlo, anche perché qui non si tratta di condividere una forma poetica o il coinvolgimento emozionale di una strofa!
      Qui stai dicendo che da parole come le mie, "a volte parte la violenza"! Sono sgomento e esterefatto conoscendoti poi, per come tu possa esserti "fermata" a quei "MIA" interpretandoli come espressione di possessivita', senza tener conto delle parole che seguono quei "MIA"! Non bisogna sempre per forza essere "un canto fuori dal coro" e bisogna saper analizzare e eleggere oltre le righe...copio qui quella parte, così potrai rileggere prontamente:
      Mia perla, mia goccia di rugiada, mia dolcezza,
      mio dolce pensiero afrodisiaco,
      mia musa sensuale, mia tenera carezza!
      Mio tesoro, mio piccolo fiocco di neve,
      mia margherita, piccola e vulnerabile,
      mio tramonto d'emozioni, mia palpitazione
      ...che ogni secondo mi fai trepidare il cuore...
      ...mio aroma di sensualità e delicatezza...
      Come puoi notare il "MIA" fa riferimento a qualcosa di unico o importante o a tutti quei sentimenti meravigliosi che la donna può suscitare!
      E poi aggiungo e finisco che è una poesia scritta non per "l'occasione" ma era rivolta alla Donna in genere come persona, essere meraviglioso che sia mamma, moglie, figlia...

      Mi spiace che tu abbia dato un'interpretazione unicamente ed espressamente... di "punto di partenza" per la violenza, senza aver notato però tutti quei sentimenti di dolcezza, delicatezza, tenerezza, purezza espressi, non solo nella poesia, ma in tutto il post

      Elimina
    2. Dimenticavo...cadenziare così "convulsamente" tutti quei mia o mio...è stato fatto proprio per dare maghior enfasi a tutti quei sentimenti "ASSOLUTAMENTE POSITIVI"!
      Buonanotte Barbara.

      Elimina
    3. pino mica ho messo in dubbio te ...o le tue parole ...l'altra parte della poesia non l'ho commentata apposta perchè la trovo stupenda .....ho capito il tuo senso che è un elogio alla donna che sia madre moglie figlia ecc ....ma ampliando il discorso ....sai quanti mia ...accompagnati da parole dolci e belle come possono essere quelle messe da te vengono usate da uomini che vedono la donna solo come proprio oggetto? ...tutto qui il mio pensiero ....io solo non l'avrei messa nel contesto della violenza della giornata della violenza alla donna....tutto qui .......buona giornata

      Elimina
    4. Sarebbe stato bene fermarti alle prime tre righe e non aggiungere altro! La tua "presunzione" e orgoglio invece ribadisce che da parole come le mie possano partire atti di violenza per possessività! Per "quegli uomini" non esistono parole che servano a non far loro compiere certi atti deplorevoli! e non è certo togliendo queste mie che non si da loro adito a commetterli!!! Mentre credo invece siano rinfrancanti e piacevoli per gli animi buoni e per chi non conosce la violenza.
      Ho VOLUTO proprio pubblicarla in questa giornata perché, come spiego in apertura del post, non volevo fare un post CONTRO la violenza alle donne PARLANDO di violenza ma di tutti quei sentimenti che sono l'antitesi...
      Ciao e buona giornata anche a te.

      Elimina
  5. ciao Pino, direi di si, un bellissimo monologo/prologo d'amore, con la tua sensibilita' e delicatezza hai saputo descrivere in modo molto particolareggiato, tenero e in senso figurato,la considerazione, l'ammirazione, il rispetto che hai per questa nostra categoria, ti ringrazio per l'omaggio floreale e poetico, bravo, complimenti , si nota ancor piu' la differenza, tra te e gli altri che si macchiano di azioni orrende, due opposte vedute, che non sembrano appartenere alla stessa categoria definita" uomini", ciao grazie a presto rosa, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosa, la tua considerazione mi fa capire che il messaggio di TUTTO il post è passato e a te è arrivato globalmente!
      Mi fa piacere...è bello essere capiti! Vuol dire che " si parla la stessa lingua"!

      Ciao Rosa. Buona giornata

      Elimina
  6. Ciao Pinuzzo, sempre attento a tematiche forti e importanti complimenti. La tua poesia è tenerissima, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao (La) Bettuzza, grazie. Felice che sia passata la tenerezza!
      Un saluto.

      Elimina
  7. Ciao Pino condivido questo tuo pensiero,
    la donna va rispettata e delicatamente amata non violentata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene Tiziano...so quanto è sensibile il tuo animo!

      Ciao.

      Elimina
  8. Grazie Pino, un pensiero tenero e delicato... si sente la sensibilità del tuo cuore
    Un abbraccio, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Betty per il tuo gradimento e per aver "percepito" la sensibilità nelle mie parole!

      Un abbraccio e una buona giornata.

      Elimina
  9. Risposte
    1. Spero sia stato da tutte gradito...

      Ciao Antonella.

      Elimina
  10. Caro Pino,
    non c'è alcuna possibilità di fraintendimenti. Il tuo è un volteggiare lieve, ostinato, protettivo, amorevole, una "simbiosi" totale, nei confronti della donna che poni qui al centro del tuo universo: una dichiarazione d'amore incondizionato.
    Per converso, dovrebbe valere anche per un uomo degno di chiamarsi tale.
    Complimenti con un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vittorino per il tuo gradimento e per aver anche tu recepito il vero messaggio che volevo profondere con questo post...

      Ciao e buona serata.

      Elimina
  11. Carissimo Pino sarebbe bello che tutti gli uomini avessero la tua sensibilità...un inno alla donna alla vita e all'amore. Grazie ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver percepito la mia sensibilità
      Buona giornata.

      Elimina
  12. Non poteva che essere questo il tuo sentimento verso la donna, considerando la sensibilità e la delicatezza che ti contraddistinguono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ambra...felice che traspaiano da quanto scrivo! Sono sentimenti per me importanti!

      Ciao e buona giornata.

      Elimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.