Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

22/04/13

BIMBA

Non chiamatela poesia. Ho scritto appena appreso, quasi convulsamente, come le parole mi invadevano la mente! 
Scusatemi! ... Io questa non la chiamo poesia! Esprimo 
solamente l'orrore che mi ha pervaso per lunghi attimi.
Ciao ... "Bimba".
Bimba

Cronaca di oggi
di un paese lontano
dolore vicino
troppo vicino al cuore.
L'India è il paese,
di mete di sogni
troppo sogni
per essere veri.
Bimba è la cronaca
che immenso dolore
devastazione fisica
uccisione morale.
Incubi e non sogni
per Bimba d'India
svegliata solo
dopo 40 ore.
         Non può essere vero!
Ricostruzione fisica
chirurgica per Bimba
impossibile o improbabile
quella psichica.
Bimba d'India
cinque anni
sofferenza d'animo
per cent'anni.
         Canna piegata dal vento violento!
Orrore e sgomento
preso l'orrendo
buttatelo in un fosso
tra sorci e serpenti.

Sofferenza istantanea
per Bimba d'India ...
e Uomini e Donne
di tutto il mondo!


Pino Palumbo
21 Aprile 2013
                                                                                                                                         
Foto di: Pino Palumbo 

12 commenti:

  1. Ciao Pino bella e profondamente dolorosa questa poesia. Un grido d'angoscia, quasi una preghiera.
    Ciao, buona domenica .
    Antonella

    RispondiElimina
  2. Ciao Pino, mi unisco al tuo grido, al tuo dolore e soprattutto a quello dei genitori di questa bimba...
    Non é possibile che esistano queste atrocità...
    Questi mostri si nascondono fra di noi, mostrandoci il loro lato migliore... Si camuffano tra gli amici... tra i nostri vicini... tra figure autorevoli... e spesso anche tra parenti... e approfittando dell'ingenuitá di piccoli angeli innocenti, sfogano tutta la loro bestialitá...
    Provo orrore sgomento, e tantissima rabbia...
    Grazie per questo post Pino, ti auguro una buona domenica

    RispondiElimina
  3. che schifo ...schifo e schifo....non aggiungo altro pino .....non merita parole questo...trovagli tu un nome perchè non so manco scriverlo.....mostro ..ma .....sempre sui più deboli debbono accanirsi perchè ...sono cosi vigliacchi?....niente mi fa solo schifo tutto questo ....

    buona domenica pino....

    RispondiElimina
  4. mi unisco al tuo sdegno e al tuo dolore... per certe cose raramente si riescono a trovare le parole...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Ciao Pino,
    i tuoi versi accorati ed efficaci pongono l'accento su un episodio di drammatica attualità, che circola su tutti i mass media, ma a volte riesce difficile commentare certe notizie, perché lo schifo paralizza il pensiero e annichilisce la coscienza.

    RispondiElimina
  6. Ho letto questa terribile vicenda della bimba stuprata. Sono cose talmente brutte che a volte non leggo neppure. Fanno malissimo. Rimane solo la preghiera per questa bambina.
    Buona serata a te.

    RispondiElimina
  7. Non trovo le parole....certi eventi sono talmente atroci che, come dice anche Saray, prima di me, non riesco a leggere tutto...ma è tutto così terribile!

    RispondiElimina
  8. bestialità che inorridiscono,non ci sono parole,buona settimana

    RispondiElimina
  9. Ciao Pino, le tue parole sono molto toccanti, queste storie colpiscono la nostra sensibilita' e purtroppo possiamo fare poco, tristi notizie che ci saranno sempre, insieme ad altre crudelta' che prolificano in questo mondo, ciao grazie, buona giornata rosa a presto

    RispondiElimina
  10. Scusate ma per questo post vi mando un ringraziamento affettuoso comune per aver condiviso con me questi attimi d'orrore umano!
    Potesse eliminare...annullare tutti quei lunghi atroci minuti ...la Dolce Bimba!
    Grazie a tutti.

    RispondiElimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.