Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

18/01/13

ITALIA A PEZZI - 17 Gennaio 2013


ITALIA A PEZZI

POST ALL'UNISONO PER ESPRIMERE LA NOSTRA INDIGNAZIONE!


- Tra i commenti troviamo e consigliamo le modalità per i post futuri -

Questo vuol essere un post che unisce la nostra indignazione per quanto accade in Italia!
"Prendiamo l'Arte e ...mettiamola da parte!" Sì per una volta facciamolo, facciamolo davvero ... Tutto nasce dal post di Carla del 14 gennaio 2013 dal titolo:  
"Bastaaaaaaaaaaa!"
                                                                                                             
Torino, 18 Gennaio 2013 -
...E non se ne parla nemmeno tanto!...Eppur siamo a conoscenza che avanza come la marea nera di quei disastri ecologici dove capita che una nave che trasporta petrolio  per un incidente ne riversa in mare tonnellate e tonnellate! Sì è la POVERTA' che in Italia sta avanzando come quella marea e giorno dopo giorno si vedono gabbiani a riva con le ali impiastrate da quel liquido che più non riescono a riprendere il volo, pesci che anziché "fluttuare" tra le onde cristalline della vita, sono ormai squamati a riva trasversalmente riversi.
Oggi, sentivo in un radio notiziario, il numero dei POVERI, di gente che prima conduceva una vita "normale", magari gratificante e soddisfacente, e che ora passa "da un cartone di notte ad un centro della CARITAS di giorno per un pasto caldo...è arivato a 50.000!!!
50.000 INDIVIDUI CHE PERDONO LA DIGNITA' DI PERSONE!!!
Quelle facce sorridenti e soddisfatte sui cartelloni pubblicitari e sugli schermi delle tv, dalle quali ogni giorno si affacciano nelle nostre case, sulle nostre vite... dovrebbero riflettere sulla DIGNITA' LORO e...di tutti noi!

Tanti anni fa scrissi questa poesia e il giorno che aprì il mio blog fu una delle prime che pubblicai. In fondo precisavo che il gabbiano rappresentava l'anziano e il mare la vita.
Oggi sostituiamo anziano con "povero" e diventa appropriata...attuale!

APICE DI VITA”

Soffia leggera
la brezza
del mare
e dall’orizzonte
lo spinge fin qui
a morire.




Soffia leggera

la brezza

del mare

lui si posa qui

sulla sabbia bagnata

a morire.




Ora è lì
sulla riva
del mare
si vede e sparisce
tra la spuma del mare.

Ora è inerte
e la brezza
del mare
lo accarezza…
il gabbiano
non potrà più
volare.


Pubblicato da Pino Palumbo il 26 Febbraio 2012

                                                                                                  

...E ORA ASPETTIAMO TANTI ALTRI...ANELLI...AGGANCIA IL TUO!

                                                                                                                                                  

20 commenti:

  1. come si fa a non indignarsi?????????....ma soprattutto come si fa a stare con tante belle parole e niente più?...parole ..parole tante parole ....solo questo.....

    scusa se non ti commento la poesia ...ma penso che basti il senso ...ora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e in questo periodo pre-elezioni di parole ne fanno davvero tante!
      Guarda che la poesia l'avevi già commentata!...se vai direttamente cliccando sul titolo nell'elenco a sinistra apri il post e lo puoi rileggere!..eri stata l'unica a commentare quella poesia e c'era stato un piacevole scambio...
      Ciao...ah vedi come si dovrebbero "riprodurre" i vari post concatenati?!...mi sembra di ricordare che nel tuo non hai inserito i link in fondo...bisognerebbe aggiornarli per tenerne meglio traccia!
      Buona giornata!

      Elimina
    2. ..ancora una cosa...credo che la "tua mano rossa" abbia avuto successo!

      Elimina
  2. Be3lla poesia caro Pino, triste nella conclusione che chiude un essere vivente.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ciao Pino, il post che ho preparato è la ideale continuazione di questo. Sento, ne ho parlato con Audrey, anche lei scriverà un pezzo, e pensavamo che tutti i blog che partecipano potrebbero mettere di fianco o dove vogliono, la foto della nano e la scritta, sarebbe una cosa che rimane per tutto il tempo che vogliamo mentre il post dopo qualche giorno passa in secondo piano...un po' tipo la nostra icona di Timbuctù. Questa icona potrebbe anche essere collegata alla pagina dove ognuno va ad incollare il suo link, mi sembra che alla fine così sia più facile recuperare tutti i link...
    non so se sono riuscita a spiegarmi bene...dimmi qualche cosa.
    Ciao, a presto.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene Antonella...vuol dire che siamo in sintonia...non vedo l'ora di leggerlo!
      Io se riesco ne pubblicherò 1 al giorno!
      Ok l'idea dell'icona della mano da inserire in tutti i blog mi piace... solo non ho capito come si fa un collegamento alla pagina dove saranno inseriti tutti i link...se è possibile copiarlo...fatelo voi poi gli altri (imbranati come me) lo copiano e lo incollano sul proprio blog!
      Ciao Antonella e grazie.

      Elimina
    2. Pensavo che fosse tra le mie lettrici...ma non riesco a trovarla! Mi puoi mandare il link di Audrey?!
      Grazie.

      Elimina
    3. http://borderline83.blogspot.it/

      Ciao Pino, eccoti il link di Audrey, adesso vediamo se riusciamo a fare il collegamento poi te lo mando e ti spiego tutto.
      Per "poi" intendo domani, adesso devo uscire e temo che rientrerò tardi.
      Ciao, buona giornata.
      Antonella

      Elimina
    4. Grazie Antonella vado a vedere...intanto ho messo l'icona ma non so se ho fatto giusto...dai un'occhiata...altrimenti aspetto la vostra
      Ciao.

      Elimina
  4. Caro Pino credo che anche Sciarada partecipi con noi da uno sguardo a questo blog!
    http://animamundi-sciarada.blogspot.ch/
    Ciao e buona giornata amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok Tom...vado a vedere!
      ...e Tiziano?!
      Ciao.

      Elimina
  5. non riesco ad entrare nell'icona,mi dice che non ho autorizzazione ad entrare.Inserito in 3 miei blog.

    RispondiElimina
  6. http://lupupa.blogspot.it...ECCO IL MIO BLOG...MI UNISCO A VOI!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. è LA SECONDA VOLTA CHE INSERISCO IL MIO LINK...
    CI RIPROVO..
    http://lupupa.blogspot.it

    RispondiElimina
  8. Ciao Pino,
    sono Audrey, l'amica di Antonella. Sono passata per darti il mio suggerimento ed aiutarti. Per quanto riguarda il badger che compare di lato (quello con la foto con la mano) ad esso va inserito un http , quindi tutti quelli che mettono tale badger nel proprio blog devono inserire il medesimo http. Questo http devo portare ad una pagina ove verranno raccolti tutti i link. Per raggiungere il tuo obiettivo, ma non perdere blog lungo il cammino bisogna semplificare e migliorare il tutto.
    1-devi scrivere un post al quale dai come nome "etichetta" link basta (per esempio) in questo post ogni volta che qualcuno pubblicherà tu inserirai il link del post del blog al quale si riferisce. Questo l'http sarà poi quello che tutti inseriranno per il badger. In questo modo, chi scrive un post, viene in questa pagina e ti lascia il link. Tu ogni giorno potrai cosi aggiornare la lista dei partecipanti.
    2-per avere una pagina più chiara con i link, non ripetitiva e estremamente poco intuitiva, devi sistemare i collegamenti. In breve se tu metti l'http cosi come, la cosa è confusa e la gente si perde. Sarebbe meglio rinominarli. Per farlo basta che clicchi su rinomina e in titolo metti il nome del blog(più il titolo del post)questo in caso qualcuno partecipi con più di un post. In questo modo avrai una catena di post fatti di link in ordine alfabetico, il che è più ordinato e comprensibile e non fa uscire fuori di testa chi guarda.
    3-Se fai queste cose poi snellire il modo di far pubblicare agli altri. Ciò aiuta, perché più la cosa è complessa e più a farne parte sono solo i soliti noti. Cosi la portata della cosa viene troncata. Se invece la rendi semplice, arrivi anche a chi magari a queste cose non ci fa caso.
    4-In questo modo la parte iniziale di come la gente deve impostare il post resta uguale. Ci aggiungi solo che devono scrivere (metti l'http della famosa etichetta nominata al punto 1), che dopo aver fatto il post devono lasciarti nei commenti di quel determinato post il link, in modo che tu possa avere un elenco sempre aggiornato. Cosi, ogni giorno aggiornerai l'elenco, che diventerà più chiaro e semplice (come spiegato nel punto2). Inoltre ciò ti permette di togliere la parte finale, quella dei tanti link, che rende il tutto complicato e poco chiaro.
    5-Questo sistema ti permette di sapere in maniera maggiormente reale, quanta gente partecipa a ciò che fai, altrimenti tanti blog (post) rischiano di restare sospesi, senza che nessuno sappia della loro adesione.
    In breve tu devi fare da riferimento per tutti, aggiornando costantemente. Cosi, alla fine quando tutti gli altri pubblicheranno la catena dei post, dovranno solo venire nella famosa pagina aggiornata e fare copia e incolla.
    Spero di essermi spiegata in modo chiaro, ma se hai bisogno sono disposta ad aiutarti.
    Scusa se mi sono permessa, il mio è un suggerimento e Antonella mi ha detto che sarebbe stato giusto comunicartelo per aiutarti.
    Ma ovviamente se non vuoi non devi farlo.
    A presto ciao caio

    RispondiElimina
  9. Bella ma triste la poesia Pino... mi sa che siamo tutti dei gabbiani in questa Italia...
    Ciao, ti auguro un buob w.e.

    P.S. Se la spiegazione che ti ha fatto Audrey nel post qui sopra non ti è chiara, ti scrivo qui un link dove puoi trovare indicazioni utili, praticamente devi creare una pagina statica e poi collegarla tramite link all'immagine della mano che hai inserito nella colonna in alto a sinistra, per darti un'idea vedi come ho fatto io.
    Questo è il link del tutorial: http://www.pcdazero.it/0816creoblog.php

    RispondiElimina
  10. Ciao caro amico arrivo in ritardoqggi sono stato tutto il giorno
    fuori casa condivido pienamente quello che hi scritto purtroppo viviamo un periodo buio di principi morali abbiamo una classe politica che pensa solo a se stessa arrichendosi alla spalle della povera gente tutte le promesse pre elettorali sono solo delle prese in giro li vedi discutere e accusarsi a vicenda per poi alla fine amdare al ristorante a gazzovigliare in sieme con i nostri soldi,
    ho già inserito la mano nel mio blog ma leggendo il comento di Audrey ho capito che forse ci saranno delle modifiche se ci sono io sono pronto a farle mi complimento per la poesia noi siamo come i gabbiani.
    Ti auguro un buon fine settimana
    Tiziano.

    RispondiElimina
  11. Poesia bella e amara . E condivido anche questo post su FB

    RispondiElimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.