Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

05/09/12

INDIGNAZIONE


"Indignazione"


Denti stretti
a serrar le mandibole
per l'ira reprimere
che dallo stomaco
s'innalza.

Ciglia basse
a chiudere palpebre
per limitare il prodigare
di sguardi altrimenti
sgomenti...
Immagine da: Google - Urlo

                prima che la mente elabori
               la mesta realtà
              ed espanda labbra
             a spalancar la bocca
            di denti bianchi
           in urlo straziante
          e silenziosamente
         in cuor mio io odo
     ...solamente.


Settembre 2012
Pino Palumbo
                                                                                              

30 commenti:

  1. Caro Pino ogni tanto vedo un tuo post ed eccomi per lasciarti un mio caro saluto.
    Da me tra qualche giorni ci sarà un brindisi ti aspetto mi raccomando.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. E' un urlo lacerante...

    Ti avevo invitato sul mio blog dei premi, ma non trovo più il mio commento.

    Buona giornata, Pino.

    RispondiElimina
  3. pino qua non ti commento più di tanto ....il silenzio qui per me la fa da padrone e parla più di mille altre parole..ti lascio un'abbraccio amichevole ...altro non riesco..perdonami....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...mi spiace...è proprio su poesie come questa che avrei (ed ero sicuro anzi) voluto leggere un tuo commento...
      Leggendo le mie risposte sotto comunque spiego un pò il senso...
      Ciao Barbara.

      Elimina
    2. vedi pino ..talvolta il senso delle poesie e di post in generale battono la scrittura e la poesia ...qui il tuo grido è arrivato....mi è arrivato molto ma molto forte .....che ho tralasciato la forma poetica ....prendi il senso e non l'apparenza ..questo un pò il mio motto ...e qui il senso ha vinto su tutto ....

      per il resto si ..leggendo il tuo commento finale ...ci sono e ce ne sono tanti di queste grida ....la vita in generale è cosi ....a volte ti lascia senza parlare altre volte ti fa urlare con tutto il fiato in corpo .....ma penso che non ci possa essere un grido generale solo contro la vita cosi ...è sempre collegato a qualche avvenimento a un fatto o tanti fatti in generale ....sia che capitano a te ...sia che avvengano nel mondo ....ma non penso si gridi cosi per urlare.....

      cmq a parte tutto se vuoi cerco di dirti qlc sulla poesia ...appena riesco a tralasciare il senso di questa ....ciao pino

      Elimina
    3. Ecco Barbara...era proprio questo il tipo di commento che mi aspettavo!
      Sono d'accordo con te su tutto...non potevo pensare che proprio tu...saresti stata..."sorda"
      Ciao Barbara...e scusa per la provocazione...

      Elimina
  4. ciao Pino,grazie per la tua graditissima visita,passo ad augurarti buona giornata:)

    RispondiElimina
  5. Questa poesia ha un tono diverso rispetto alle altre. Rispecchia un tuo momento un po' piu' pressante?
    Ciao Pino buon pomeriggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Francesca...è solo un attimo di...indignazione...appunto...nei confronti della vita in genere.
      Ciao.

      Elimina
  6. Indignazione con descrizione e immagine che le rappresentato sin troppo bene.
    Temo che ci sia una gran folla oggidì nelle tue parole.
    Un caro saluto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ci sono alcuni errori di battitura e non capisco molto bene la seconda riga!
      Ciao.

      Elimina
  7. Non immaginavo rappresentasse un momentaccio di oggi.

    Mi dispiace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun problema particolare e personale Gianna...
      La poesia per me non è sempre ..."un sussurro" ...un battito di ciglia o...ma tu questo lo sai bene!...e poi mi spiego meglio nel commento in fondo...
      Ciao Gianna e grazie per la tua presenza...se non si è, o vuole fare i sordi...certi urli si sentono!

      Elimina
  8. Ciao Pino, una sofferenza terribile sia nelle parole che nell'immagine. Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Antonella, ma nulla di personale...
      Ho voluto lanciare un urlo nel web...i "non sordi" l'hanno udito!
      Ciao.

      Elimina
  9. Spero che sia tutto ok Pino... questa poesia è straziante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto ok Betty...
      le poesie non sempre devono essere..."sussurrate"
      Ciao....è un piacere rivederti qui...

      Elimina
  10. Scusate Amici...voglio rassicurarvi che questa poesia non esprime nulla di particolarmente "grave" e nulla di strettamente personale.. ..solo un momento di riflessione su alcuni...attimi di indignazione... appunto...verso la vita in genere...
    Quante volte ci si trova nella propria auto (o si è pensato di chiudersi in una stanza) e si ha avuto la voglia...necessità quasi... di lanciare un urlo...così verso il mondo...
    A quanti di voi non è capitato almeno una volta nella vita?
    Beh questa poesia è..."quel mio urlo" nell'..."abitacolo"...del mio...blog!
    Grazie a tutti voi e nessuna preoccupazione...

    RispondiElimina
  11. Certo Pino : la poesia non deve essere solo e sempre un sussurro, anche se a me la poesia serve soprattutto per sognare e per allontanarmi dalla realtà, soprattutto quando essa si fa troppo pesante da sopportare.... Il tuo grido si percepisce eccome, ed è giusto gridare contro questa società che ci fa vivere una vita che non vorremmo.... E ognuno ha le reazioni che ha... Tu hai voluto urlare, gridare il tuo sdegno... E lo hai fatto bene. CiAo ciao, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come credo che tu abbia ormai capito...anch'io preferisco quella sussurrata...sognante...ma quando "ce vò ce vò!!!"
      Ciao e passa a rileggere qualcosa che ti sei persa...tipo "Incontri d'Amore"...perchè, credo di non sbagliarmi, ti piacerebbe molto...se ti va e se ce la fai...
      Un abbraccio.

      Elimina
  12. Meno male che ho letto la tua risposta... così mi tranquillizzo subito. Urlare mi sembra brutto, ma quando sono molto arrabbiata ho iniziato a prendere a pugni con forza dei cuscini... serve parecchio!
    Ciao , buona serata. Ale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok Ale...tranquilla...
      Certo ognuno ha i suoi metodi...ma vedi...la realtà è che io reprimo tutto interiormente...in effetti nelle ultime 4 righe scrivo:
      "...in urlo straziante
      e silenziosamente
      in cuor mio, io odo
      ...solamente."
      Credo che quell'urlo sia solamente un desiderio di farlo...
      Ciao Ale e grazie per essere passata.

      Elimina
  13. Ciao Pino, quando hai voglia passa da me , hai un premio da ritirare. Ciao
    Antonella

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie Pierluigi.
      Torna a leggere quando vuoi.

      Elimina
  15. Ti ho pubblicato una poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...
      tra l'altro è una a cui tengo molto...che come sai l'ho scritta alla nascita di mio figlio Luca...22 anni fa!
      ...passerò ovviamente poi...lascio prima un po di spazio a chi vuole andare a leggerla...
      Ciao Gianna e grazie ancora.
      Buon fine settimana.

      Elimina
  16. È verissimo... Quanto si fa per tenere chiusa la bocca in certi momenti!

    RispondiElimina
  17. Mi piace proprio questo urlo in versi!
    Hai reso benissimo la sensazione di rabbia, a volte repressa, che tutti conosciamo.
    Si. Mi piace proprio tanto.
    Complimenti!!

    RispondiElimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.