Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

26/02/12

BREZZA


BREZZA”

Brezza leggera
che sfiori le mie mani,
il mio viso,
rinfresca quest’aria
un po’ afosa
di fine primavera.
Leggera brezza
che dai monti fino a valle
sospingi le acque del fiume
insieme al pendio
dà loro una naturale
freschezza.
Brezza leggera
che sfiori i miei pensieri,
i miei occhi,
rinfresca il mio spirito
rendendo vano l’innalzo
d’una preghiera.
Leggera brezza…silenziosa
spazza via dalla mia vita
quest’aria afosa
quest’innaturale stanchezza.
                                                                                                         

2 commenti:

  1. ecco qui tu hai messo l'etichette libere....ma penso che sia un pò il tuo specchio ...il tuo riflesso di quel momento ....un desiderio di essere cullato dalla vita .....togliendo il peso che ora ti opprime un pò....tu l'hai chiamata stanchezza ......

    e questa è semplicemente meravigliosa.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai inteso perfettamente...che stanchezza è "un sinonimo"!!! Sei un'attenta "analista". L'unica precisazione che voglio farti è che il tuo "ora"...deve essere proiettato nel passato...almeno 24 anni fa. Ciao e grazie per aver mantenuto la promessa...a rileggerti.

      Elimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.