Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

26/02/12

SOLITUDINE IN MALINCONIA



"SOLITUDINE IN MALINCONIA”

Eccola, ancora lei
riappare dopo millenni
mi avvolge, mi assorbe
e mi emoziona.
Eccola, di nuovo lei
erano decenni,
secoli
che non mi affascinava,
e non mi incantava.
Eccola, la odio e l’amo,
la respingo,
ma se di sfuggir tenta
a me subito la stringo.
Eccola, è sempre fedele
basta un pensiero
ed arriva;
non so il suo nome,
io la conosco come
solitudine in malinconia.
                                                                                     

6 commenti:

  1. Molto bella ,
    esprime tutta la tristezza che
    purtroppo ci coinvolge ,quando il passato torna prepotentemente per rovinare il nostro presente.
    Un saluto e mi complimento con il tuo bel blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Melania...hai colto il senso di ciò che volevo esprimere...Se ne hai voglia...iscriviti e segui quello che pubblico...mi farebbe davvero piacere leggere altri tuoi considerazioni che saranno sicuramente appropriate e quindi molto apprezzate. Ciao

      Elimina
  2. La solitudine ha un fascino tutto suo... Mi è stata compagna per tutta la mia infanzia me nella fanciullezza .... Ed ora , che sola nom sono più, mi attrae di tempo in tempo....giusto per cullarmici un po', perché anch'io come te , la odio eppur la amo... Questi tuoi versi me li sento molto vicini ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che dirti Paola...condividiamo...
      Ciao e a presto.

      Elimina
  3. Solitudine ...
    La solitudine che ho dentro
    ospita solo chi sa arrivarci
    e diventa casa di chi ha saputo entrare
    ... in punta di piedi..."

    già ... il solitudine non sempre cosi triste come pensiamo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lisa, grazie per aver "rispolverato" questa poesia pubblicata addirittura all'apertura del blog!
      A presto.

      Elimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.