Parole: Graffiti che sporcano ... se non son d'autore i muri dell'esistenza! ©Pino Palumbo

26/02/12

NELLA SOLITUDINE

NELLA SOLITUDINE”

Né una nuvola in cielo
Né un soffio di vento
Né un vociare di uomini
Né un rumore assordante
Né un amico sincero
Né un fuoco spento
Né un coro di voci
Né un urlo straziante
Né il rombo di un tuono
Né il frastuono di un treno
Né la melodia di un suono


Foto di: Pino Palumbo - Nella solitudine

Né un canto terreno
Né uno sguardo d’amore
Né una carezza soave
Né palpitante è il cuore
Tutto tace
Tutto è inodore
Tutto è incolore
Tutto è insapore
Tutto è indolore!


… Tutto tace
Fino a che la rinascita … sia.



Ante 2000
Pino Palumbo
                                                                                     

4 commenti:

  1. qui ti risponderei che la solitudine non esiste .....perchè un qualsiasi cosa c'è sempre ....il cielo la terra il sole o la luna ....non c'è solitudine quando ci si accompagna alla bellezza dell'essere.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi ti posso dire che hai ragione tu...è stata scritta in un momento di "tristezza"...a 17 anni!!!!...34 ANNI FA....Concedimi la non saggezza. Ciao.

      Elimina
    2. Eh sì, sono versi dettati dalla tristezza più cupa che si può avere a quella età! La conosco! Ed è terribile....

      Elimina
    3. Sì Paola...oggi guardo i mio figlio Federico di 16 anni e spero che non passi o nel caso di Luca che ne ha 22 non abbia passato momenti come quelli...tremendi!!!

      Elimina

Leggerlo sarà per me un piacere. Grazie.